Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

OTRANTO – Ancora una squalifica per mister Manco ma la società non ci sta: la nota ufficiale

Nelle decisioni del Giudice sportivo relative alle semifinali playoff di Eccellenza, giocate domenica scorsa, è riportata la squalifica di mister Andrea Manco, allenatore dell’Otranto, sino al 17 luglio. Questa la motivazione: “Nonostante fosse squalificato, entrava negli spogliatoi prima, durante ed a fine gara. Da un palchetto montato appositamente alle spalle delle due panchine impartiva disposizioni tecniche ai componenti della squadra. Inoltre proferiva espressioni ingiuriose e minacciose all’indirizzo di un assistente dell’Arbitro, l’allenatore ed i dirigenti della squadra ospite“.

La compagine idruntina, poche ore fa, ha diffuso una nota ufficiale in merito che vi riportiamo integralmente: “La società Asd De Cagna Otranto 2010 all’unanimità di tutte le sue componenti con la presente nota fornisce le seguenti argomentazioni sulla squalifica inflitta al proprio tecnico Andrea Manco.
Il testo della squalifica deve essere diviso in due parti: una prima che va dall’inizio del periodo fino alla parola “squadra”; e una seconda che è la parte finale del referto.

Nello specifico, mentre: la prima parte è tecnico-regolamentare. Si può avanzare più di una obiezione tra cui: a) la circostanza che il campo sportivo “Nachira” di Otranto non dispone di molti spazi esterni e pertanto anche l’ubicazione di un tecnicosqualificato” che vuole assistere alla gara risulta complicato;

b) il nostro allenatore ha assistito alle fasi delle partita (pre, durante e post) sempre al di fuori del rettangolo di gioco e lontano dagli spazi adiacenti gli spogliatoi e l’eventuale presenza nel post partita è stata autorizzata dai commissari presenti alla partita, previa richiesta. Su questa prima parte la società riconosce da sempre i regolamenti federali dichiarando l’accidentalità del mancato rispetto.

La seconda parte invece esula dalla parte sportiva e interessa la sfera “umano-personale” del nostro allenatore.
La scrivente società si è interessata di analizzare i fatti sia con il diretto interessato (mister Manco) e sia con altre figure presenti fuori e dentro il rettangolo di gioco. In maniera assolutamente categorica la società denuncia l’assoluta falsità di quanto riportato e l’inopportuna e goffa attribuzione a mister Manco di “frasi irriguardose nei confronti di un assistente, dell’allenatore e dei dirigenti della squadra ospite”, mai proferite.

Pertanto con la presente nota si esprime piena solidarietà alla persona e si rinnova piena e totale fiducia nel suo operato fuori e dentro il campo, invitando chi deputato a redigere “referti” a prestare nello svolgimento del proprio operato la massima attenzione , in quanto anche un referto di una partita di un campionato dilettantistico può urtare la sensibilità di un uomo di sport qual è il nostro grande allenatore Andrea Manco.

A quest’ultimo si rinnova la più totale gratitudine per quanto sin qui fatto.

La società tutta si augura di condividere con mister Manco i suoi migliori successi professionali, a partire dal prossimo impegno ufficiale.

Grazie Andrea

(foto: A. Manco, ph. Coribello-SalentoSport)