Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

MESAGNE – Ribezzi: “Accusiamo deficit di inesperienza. Sarà un duello con l’Hellas Taranto per la salvezza”

A tre giornate dal termine del campionato di Eccellenza, il Mesagne si ritrova in piena bagarre nella lotta per la salvezza e, nell’ultimo turno, ha perso l’occasione per raccogliere punti fondamentali, tra le mura amiche, col Molfetta. “Non è facile codificare una caduta così marcata – analizza il tecnico dei brindisini, Franco Ribezzituttavia un’idea me la sono fatta. Questo, come si sa, è un gruppo di neofiti per la categoria e si porta con sé un deficit di inesperienza e probabilmente di personalità, imprescindibile nel gestire i momenti topici, come questo di stagione. Avverte il peso della responsabilità di queste contese e ne risente nelle sue performance. Con questo non voglio colpevolizzare nessuno, tantomeno i miei ragazzi, che tanto hanno dato sin qui. Semmai sono pronto a prendermi le mie responsabilità, perché è giusto mettersi in discussione quando le cose non girano per il verso giusto”.

Il Mesagne non ha saputo sfruttare a dovere i match interni. “Sì – spiega Ribezzi – perché nell’ambiente si dava per scontato, che in casa fossimo risoluti e concreti, visto il precedente trend interno. Così non è, perché chi arriva a Mesagne, ha fame di risultati e non viene certo a regalarti nulla. Si fanno dei calcoli da ragioniere, per carità umani, del tipo vinciamo con tizio e con caio perché alla nostra portata, che poi risultano essere autodistruttivi, perché finiscono per influenzare e non poco il nostro rendimento”.

Ora per la permanenza sarà un duello fino all’ultima giornata: “Inutile nascondersi – conferma in conclusione Ribezzi – facciamo la corsa sull’Hellas Taranto, speriamo di giocarci la gara unica in casa”.