ECCELLENZA/B – I top e i flop della terza giornata

Sul podio: Massimo Pizzulli (Martina), Nicolò Margagliotti (Matino), Massimo Fumarola (Grottaglie); dietro la lavagna: Sava, Ginosa, Soccer Massafra

top-flop

Come ogni settimana passiamo in rassegna il meglio e il peggio del girone B del campionato di Eccellenza.

Questi i TOP e i FLOP della 3a giornata.

I TOP

MASSIMO PIZZULLI (Martina) – Il suo Martina gioca che è una bellezza. Nel 5-1 al Sava c’è di tutto: intensità, qualità, padronanza del campo, un’idea di calcio ben precisa. La più bella prestazione stagionale fino a ora. DIRETTORE D’ORCHESTRA.

NICOLÒ MARGAGLIOTTI (Matino) – Con una doppietta trascina alla vittoria il Matino e lo tiene ancorato alla vetta, insieme al Martina. In casa Virtus è un po’ una questione di famiglia, quella dei Margagliotti appunto. In occasione della prima rete Cosimo suggerisce, Nicolò trasforma. Per la felicità di papà Salvatore. DYNASTY.

MASSIMO FUMAROLA (Grottaglie) – Il gol che non ti aspetti, quello del mediano. Controllo perfetto al limite dell’area e conclusione improvvisa all’incrocio dei pali, imprendibile per il portiere avversario. Rete di pregevolissima fattura, come le ceramiche per cui la città di Grottaglie è tanto famosa. ARTIGIANO DEL PALLONE.

I FLOP

SAVA – È una disfatta vera e propria quella cui è andata incontro la squadra di mister Marangio sul campo del Martina. È vero, al “Tursi” aveva di fronte la squadra più forte del torneo, ma sono mancati il gioco e le idee. Preoccupa soprattutto la difesa: nove le reti incassate nelle prime tre giornate. PROFONDO ROSSO.

GINOSA – Perde ancora la formazione di mister Pizzulli, questa volta in casa. In vantaggio grazie alla rete del difensore Ola, si fa rimontare nel finale, regalando il primo successo stagionale all’Ugento. Emblematica l’azione dell’errato disimpegno a centrocampo, che porta al gol del definitivo 2-1 ospite. CHANCE MANCATA.

MASSAFRA – E niente, ancora non riescono a vincere i giallorossi. Anche ieri, come a Sava nel turno precedente, finisce 2-2. Ma se proprio vogliamo vedere il bicchiere leggermente pieno, questa volta la rimonta è stata compiuta e non subita. Resta il fatto che da questi giocatori ci si aspetta molto di più. Ma molto di più. REBUS.

Articoli Correlati