Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

ECCELLENZA/B – I top e flop della 10ª giornata

Torna la nostra consueta rubrica Top e Flop, che, come ogni settimana, passerà in rassegna il meglio ed il peggio del massimo campionato regionale. Andiamo subito a scoprire chi sono i migliori e i peggiori dell’ultimo turno del girone B del campionato di Eccellenza.

Questi i TOP ed i FLOP dell’undicesima giornata

TOP

Juan Salguero (Virtus Matino): Salguero, Salguero e ancora Salguero. Il bomber argentino nella sfida più importante della stagione della Virtus Matino e nel momento più delicato dell’annata biancazzurra, si carica la squadra sulle spalle, siglando una tripletta pesantissima, utile a lanciare la corsa playoff degli uomini di Branà. Dopo un campionato da protagonista con l’Atletico Racale, il sudamericano ha saputo attendere il suo momento in silenzio, accettando le scelte tecniche, facendosi però trovare pronto , come un vero puntero dovrebbe fare. HOMBRE DEL PARTIDO

Pietro Sportillo (Atletico Racale): La società ha deciso di ridimensionare notevolmente l’organico iniziale, con una squadra colma di giovani e totalmente stravolta. Il tecnico di Francavilla non ne ha fatto un dramma e con la solita cultura del lavoro ha provato a tirare fuori il massimo da ogni calciatore. Il pareggio di Sava con ben cinque under in campo dal primo minuto è frutto di una prestazione maiuscola a livello tattico e suona come un giusto premio verso l’ex Casarano. LAVORATORE

De Cagna Otranto – Pokerissimo al Castellaneta che, nell’ultima giornata, varrà il match ball per il primo posto in classifica. Dieci partite disputate, 23 gol siglati, solo 7 subiti che valgono il miglior attacco e la miglior difesa a pari merito con il Martina. La sorpresa più bella di questa ripresa è, senza dubbio, la formazione idruntina, che, contro ogni pronostico, è riuscita a conquistare un piazzamento nei playoff con due turni d’anticipo ed ora sogna addirittura la prima piazza. Un lavoro lungo diversi anni, sul quale mister Manco è stato bravo a mettere la ciliegina, tirando il massimo dal collettivo. MA CHE BELLA SORPRESA!

FLOP

CASTELLANETA: 26 gol subiti ed ultimo posto in classifica che sembra non dare spazio a repliche. Dopo un buon inizio, la formazione biancorossa si è sciolta con il passare delle giornate, dando vita ad un cammino non proprio entusiasmante, che domenica ha portato un’altra sono sconfitta. FANALINO DI CODA

GALLIPOLI – La sconfitta rimediata a Matino complica ulteriormente le speranze playoff dei giallorossi, che, come confermato dal vicepresidente Costantini nel post-partita, ora sono praticamente ridotte all’osso. Dopo la doppia rimonta subita contro il Martina, gli uomini di mister Manca, ancora una volta, non riescono a gestire il vantaggio, confermando le difficoltà difensive viste nelle scorse giornate, come sentenziato anche dai 17 gol subiti. Gli sforzi societari nell’allestire l’organico e le ambizioni della presidentessa Vella avrebbero meritato probabilmente un cammino differente. Ora si spera in un miracolo. ALTALENANTI

SAVA – La rincorsa ai playoff della formazione tarantina passava inevitabilmente dalla sfida contro l’Atletico Racale, prima delle partite  contro Gallipoli e Maglie. D’Arcante e compagni hanno portato a casa un solo punto, che, ovviamente, complica il cammino. Una prestazione opaca e sottotono in un momento quasi vitale, era tutto ciò che non serviva. AMARO IN BOCCA