Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: un'immagine di Otranto-Brilla

ECCELLENZA/B – Otranto e Maglie, vittorie che danno respiro. Manduria-Ugento, continua la corsa: i tabellini

Vincono le prime della classifica e restano pressoché immutati i distacchi. Nell’anticipo di sabato, il Manduria risolve nel primo tempo la pratica San Pietro Vernotico. Ieri è arrivata la risposta dell’Ugento che torna alla vittoria rimontando e dilagando sul Racale. In rimonta anche il Massafra sul Novoli che non riesce a trovare continuità di risultati e cade nonostante la superiorità numerica di un uomo (dal 26′) e di un gol. Dopo nove partite s’interrompe la corsa del Brilla Campi, caduto sul campo dell’Otranto del neo allenatore Bray, capace di porre fine a una lunga striscia di sconfitte consecutive. Di misura vince il Matino fermando il Ginosa. Colpo esterno dell’Arboris Belli a Mesagne, ora penultimo e agganciato dall’Otranto. Vittoria che è ossigeno puro per il Maglie in quel di Ostuni.

I tabellini della 12esima di Eccellenza girone B:

SAN PIETRO V.-MANDURIA 0-2
RETI: 20′ pt Munoz, 34′ pt Quarta

SAN PIETRO V.: De Luca, Fina, Solimeno, Pendinelli (31′ st Rocco), Medico, Cassano, Manta Ale. (31′ st Menga), Santoro (46′ st Piccinni), Milosavljevic, Taveri (7′ st Negro), Manta And. (31′ st Politi). All. Sardelli.

MANDURIA: Maraglino, Cicerello, Daiello, Aquaro, Rapio (13′ st Tondi), Maroto, Castro (23′ st Linares), Cutrone, Cavaliere, Munoz (46′ st Zecca), Quarta (23′ st Espinar). All. Salvadore.

ARBITRO: Atanasov di Verona.

V. MATINO-GINOSA 1-0
RETI: 27′ pt Maraschio

V. MATINO (f.i.): Colazo, Tecci, Monteleone, Mora, El Fattach, Maraschio, Azzinnari, Amatulli, Ferramosca, Pirretti, Garcia. All. Boccuzzi.

GINOSA (f.i.): Pizzaleo, Cardinale, Cimmarrusti, Hysaj, Pignatale, Pinto, Soriano, Camporeale, Genchi, Pahama, Gatto. All. Passariello.

ARBITRO: Ragno di Molfetta.

UGENTO-ATL. RACALE 4-2
RETI: 4′ pt e 51′ st rig. Flordelmundo (R), 38′ pt Iborra (U), 1′ st e 47′ st rig. Bernaola (U), 27′ st Vargas D. (U)

UGENTO: Maggi, Lezzi, Romano, Iborra, Suppressa (45′ st De Lorenzis), Bernaola, Elia (37′ st Cazzato), Ruiz, Vargas D., Balboa (50′ st Amico), Ancora. All. Oliva.

ATL. RACALE: Ferraris, Dantraccoli (11′ st My), Fabiani, Milessi (33′ st Parlati), Pizzo, Moran, Chirivì (11′ st Pennetta), Flordelmundo, Latorre, Almeyra (24′ st Perticarari), Castellaneta (28′ st Gravina). All. Calabuig.

ARBITRO: Gioia di Brindisi.

(Nuovo Quotidiano di Puglia) – L’Ugento si mette alle spalle la settimana più complicata della sua stagione (tre sconfitte su tre partite) rimontando e dilagando sul Racale, restato in campo solamente un tempo. Eppure era stata la squadra di Calabuig a passare in vantaggio per prima con Flordelmundo, letale col mancino nel bucare all’angolino Maggi dopo aver sfruttato un errore della difesa avversaria in uscita. L’Ugento ci mette un po’ per entrare in partita, ma, quando lo fa, non ne esce più. I locali alzano il livello del gioco insidiando la porta di Ferraris prima con Bernaola, poi con Balboa; Ancora colpisce il palo esterno di testa al 35’, preludio al gol del pari firmato da Iborra, rapido nel correggere in porta un colpo di testa di Lezzi finito sulla traversa. All’alba della ripresa è sorpasso giallorosso con un gran sinistro di Bernaola che non ammette repliche di sorta. Al 18’ altro palo di Vargas, poi, al 27′, lo spagnolo segna il terzo gol su assist di Balboa. Finale pirotecnico: arrivano il quarto gol ugentino e il secondo racalino, con Bernaola e Flordelmundo, entrambi su rigore.

OSTUNI-TOMA MAGLIE 0-4
RETI: 44′ pt e 30′ st Senè, 21′ st Albano, 47′ st Grimaldi

OSTUNI (f.i.): Sy, De Rosa, Angelini, Mastrota, Soilihi, Milzi, Asciano, Baidoo, Senè, Pape, Souza. All. Giunta.

TOMA MAGLIE (f.i.): Mele, Miccoli, Amato, Frisenda, Salvucci, Rantucho, Falzetta, Sprovieri, Senè, Tato, Albano. All. Bruno.

ARBITRO: Lucanie di Molfetta.

OTRANTO-BRILLA CAMPI 2-0
RETI: 42′ pt Villani, 32′ st Mariano

OTRANTO: Caroppo, Plevi, Vigliotti, Valentini, Signore, Cisternino, Tourè (18′ st Trovè), Mariano, Nicolazzo (37′ st Liquori), Villani (44′ st De Giorgi), Piccinno. All. Bray.

BRILLA CAMPI: Laghezza, Carrozzo, Maniglia (38′ st Pascali), Iaia, Tondo, De Ventura (15′ st Turco), Poletì, Caravaglio, Facecchia, Marti (44′ st Carlucci), Poleti (31′ st Olibardi). All. Patruno.

ARBITRO: Caldarulo di Bari.

(US Otranto Calcio) – Vittoria fondamentale per il Città di Otranto. I biancazzurri guidati per la prima volta in panchina da Carmine Bray schiantano il Brilla Campi, autentica rivelazione di questa prima parte di stagione, e conquista tre punti di platino. Una gara gagliarda e tosta quella disputata dall’undici biancazzurra, nel corso della quale Stefano Signore e compagni abbinano qualità tecniche e carattere da vendere. Un segnale importante che i gol, uno per tempo, siano arrivati da due “bandiere” idruntine, Alessandro Villani e capitan Francesco Mariano. Sotto una tramontana fredda dal sapore d’inverno il match fatica a entrare nel vivo. Le due formazioni sono attente a non scoprirsi e tengono bene per il campo, ma latitano a costruire azioni pericolose. E così i primi accenni di pericolo nelle aree di rigore arrivano sugli sviluppi di corner. Sul calcio d’angolo da destra per il Brilla Campi, il liscio di un difensore libera alla conclusione un attaccante campiota, attento Caroppo. Nei 16 metri ospiti, lo schema dalla bandierina libera Villani il cui tiro all’altezza del primo palo finisce molto alta sulla traversa. La gara si sblocca al 42’. Proprio Villani, alla prima gara dopo un lungo periodo di assenza a causa di un infortunio, intercetta la sfera fuori dall’area di rigore, avanza e si allarga sulla sinistra: il tiro a mezza altezza sul primo palo inganna Laghezza e fa esplodere il tifo sugli spalti. La ripresa si apre con Marti che impegna in respinta Caroppo. Al minuto 11 l’estremo difensore è ancora attento su una conclusione dal limite. Il match si apre. Appena entrato, Trovè si accentra dalla sinistra e calcia forte, Laghezza si distende alla sua destra e sventa la conclusione. Corre il 19esimo. Due minuti più tardi è ancora l’ora di Villani. Ripartenza del fantasista, che di destro cerca la conclusione in diagonale, la sfera esce di poco sulla destra. Con il passare del tempo, nonostante le sostituzioni ordinate da mister Patruno che inserisce un quarto attaccane, il Brilla Campi perde vigore e lucidità. Al 32’è di capitan Francesco Mariano la sentenza definitiva. Appostato sul secondo palo, il numero otto raccoglie l’assist dalla bandierina di Vigliotti e insacca di testa sotto la traversa. Non succede più nulla sino allo scadere, il Città di Otranto controlla senza difficoltà e festeggia allo scadere del sesto minuto di recupero. Con la vittoria odierna, il team del presidente Mazzeo sale a quota 10 in classifica. Domenica prossima sfida in casa della capolista Manduria, compagine allenata dall’otrantino Andrea Salvadore già affrontata in Coppa Italia.

MESAGNE-ARBORIS BELLI 0-2
RETI: 20′ pt Fernandez, 41′ pt Salvi

MESAGNE: Carriero, Orfano, Galeone (24′ st Venturuzzo), Pizzolla, Cerrato, Tamborrino, Sacco (43′ st Lombardi), Miccoli (36′ st Baba), Vapore, D’Ippolito (6′ st Giancola), Coronese M. (19′ st Coronese N.). All. Germano.

ARBORIS BELLI: Menegatti, Ferrante (30′ st Lella), Scattarelli, Urbano, Cantalice, Fumarola, Salvi (25′ st Longo), Legari, Fernandez (14′ st Laguardia), Amodio (43′ st Arribillaga), Gomes Forbes. All. Marasciulo.

ARBITRO: Trombello di Como.

S. MASSAFRA-NOVOLI 2-1
RETI: 5′ st Romano (N), 15′ st Girardi (M), 32′ st Carlucci (M)

S. MASSAFRA: Oliva, Saponaro, Ligorio (11′ st Fabiano), D’Arcante, Carlucci, Secondo, Marzio (26′ pt De Angelis), Napolitano (36′ st Mastrovito), Serafino, Girardi (41′ st Russo), Sibilla (11′ st Faccini). All. Malacari.

NOVOLI: Bibba, Quarta (28′ st Marchionna And.), D’Andria, trofo, Jammeh, Calò, Garnica, De Biasi, Delgado, Romano, Giannotti (43′ st Falco). All. Manco.

ARBITRO: Visani di Foggia.

NOTE: al 26′ pt espulso Oliva (M).