Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: Gomez vs Oltremarini, derby di Gallipoli
copyright: Coribello/SS

ECCELLENZA/B – CD Gallipoli, derby e primo posto in tasca: i tabellini della 24ª

Il Città di Gallipoli si aggiudica, di misura, la stracittadina col Gallipoli Football e mette una seria ipoteca al primo posto nel girone in vista playoff. A decidere la sfida del “Bianco”, una rete del neo entrato Perchaud. Per la capolista è il 17esimo risultato utile consecutivo, numeri che confermano la leadership in classifica a due giornate dalla fine. Passa facile l’Ugento a Massafra e mantiene a due punti il distacco dal primo posto, perso domenica scorsa con la debacle casalinga contro la squadra di Sandro Carrozza. Continua a macinare vittorie il Manduria di Branà (ottava di fila) che non ha troppi problemi per imporsi a Ginosa. Vittoria platonica quella dell’Otranto a Ostuni (nove sconfitte e un pari nelle ultime dieci), giacchè la squadra di Tartaglia è ormai quasi tagliata fuori dalla corsa playoff, nonostante il quarto posto. In coda, quarto successo nelle ultime cinque per il Matino che supera a domicilio l’Arboris Belli con una doppietta di Pirretti. Tonificante affermazione del Novoli contro il Maglie. Ad oggi, lo spareggio salvezza sarebbe quello tra Ostuni e Ginosa. Ma mancano ancora 180′ e le cose possono ancora cambiare.

I tabellini della 24esima giornata:

CD GALLIPOLI-GALLIPOLI F. 1-0
RETI: 38′ st Perchaud

CD GALLIPOLI: Passaseo, Piscopiello, Chiatante, Gningue (15′ st Nazaro), Fruci (28′ st Cardinale), Benvenga, Caputo (15′ st Iurato), Sansò, Oltremarini (22′ st Perchaud), Scialpi, Quarta (28′ st Negro). All. Di Gennaro (Carrozza squal.).

GALLIPOLI F.: Carretta, Manca, Stella, Luciano, Gomez, Fabiani, Pennetta, Calò, Turco, Romano, Parlati (9′ st Castellaneta). All. Calabuig.

ARBITRO: Cantoro di Brindisi.

OSTUNI-OTRANTO 0-1
RETI: 41′ pt Trovè

OSTUNI: Maggi, Taddeo, Quagliana, Albaqui (17′ st Benedetti), Otero, Cassano, Marzio, Perrino, Pendinelli (41′ st Negro), Faccini, Miccoli (1′ st Zito). All. Kreshpa.

OTRANTO: Caroppo, Angelini, Liquori, Solidoro, Signore, Valentini, Plevi, Mariano, Trovè (15′ st Nicolazzo), Gallo (20′ st Assalve), Tourè (39′ st Frisco). All. Tartaglia.

ARBITRO: Testoni di Ciampino.

NOTE: Gara giocata a porte chiuse.

(US Città di Otranto, Giuseppe Martella) – Blitz nella Città Bianca. Grazie al gol di Checco Trovè in chiusura di prima frazione, il Città di Otranto batte di misura l’Ostuni alla ricerca di punti salvezza e tiene accesa la flebile speranza di accedere ai play off. Senza gli infortunati Daniele Marino e Francesco Potenza e lo squalificato Gabriele Cisternino, mister Tartaglia si affida in retroguardia al 2004 Lorenzo Liquori, all’esordio dal primo minuto. Gli ospiti controllano senza affanni l’andamento del match su un terreno di gioco sul quale diventano complicate anche le giocate più semplici. In un paio di occasioni, gli avanti idruntini non riescono a pungere, sul fronte opposto l’Ostuni si fa vedere con un colpo di testa che finisce a lato. l’episodio chiave in chiusura di prima frazione, Umberto Solidoro controlla un pallone che esce dall’area di rigore avversaria e mette dalla destra un cross calibrato che Trovè spinge in porta di testa. Passa un minuto e l’Otranto va vicino al raddoppio, la conclusione di Tourè sul primo palo è disinnescata dal portiere di casa. Nella ripresa l’Ostuni cerca di spingere alla ricerca del gol, ma Caroppo non corre eccessivi pericoli e sono su un colpa di testa ravvicinato deve impegnarsi nella deviazione in angolo. Il Città di Otranto non trova lo spunto per mettere al sicuro il risultato e chiude la sfida con sei under in campo. Finisce dopo cinque minuti di recupero, alla fine a festa è tutta idruntina. Con la vittoria odierna la formazione di mister Graziano Tartaglia sale a quota 47 punti in classifica. Domenica prossima ultima sfida casalinga della stagione regolare con il Ginosa.

S. MASSAFRA-UGENTO 1-4
RETI: 5′ pt Lollo (U), 43′ pt e 23′ st Espinar (U), 10′ st Cordary (U), 13′ st Caruso N. (M)

S. MASSAFRA: Zecchino, Saponaro (37′ pt Sabetta), Cristofaro, Napolitano, Carlucci, Zizzi, Galeone (26′ st Colella), Malagnino (19′ st Schirizzi), Caruso N., Girardi (10′ st Vapore), Caruso G. (32′ st Conte). All. Malacari.

UGENTO: Maggi, Venegas (48′ st Santantonio), Carrozzo, Veron, Fernandes, Serrano (42′ st De Lorenzis), Perez, Maroto (35′ st Toro J.), Lollo (40′ st Imperato), Cordary (45′ st Pierri), Espinar. All. Salvadore.

ARBITRO: Cianci di Bari.

GINOSA-MANDURIA 0-4
RETI: 15′ pt Pignataro, 32′ pt Perdicchia, 7′ st Cavaliere, 36′ st Monopoli

GINOSA: Gallitelli A., Di Marco (33′ st Candela), Bitetti, Pulpito, Chiochia, Donvito, Dell’Orco, Gramegna (20′ st D’Angelo), Serafino (33′ st Gallitelli F.), Verdano (37′ st Putignano), Ciriolo (20′ st Valenza). All. Ola.

MANDURIA: Maraglino, Marinelli, Pino, Aquaro, Dorini, D’Ettorre, Cavaliere, D’Arcante, Russo (33′ st Monopoli), Perdicchia, Pignataro. All. Branà.

ARBITRO: Pani di Sassari.

CASTELLANETA-AVETRANA 0-9
RETI: 20′ pt Zaccaria, 29′ pt Gioia, 31′ pt e 35′ pt Sibilla, 46′ pt e 47′ pt Marchionna, 12′ st Sanyang, 17′ st Di Giulio, 45′ st Leo

CASTELLANETA: Carrieri (1′ st Casamassima), Cazzetta, Gravina, Bufano, Rizzi (10′ st Addabbo), Balestra, Covelli, Bongermino, Fede, Marchitelli, Battista. All. Minosa.

AVETRANA: Tolardo, Cardinale, Trisciuzzi, Sibilla, Fabiano, Tamborino (35′ pt De Martino), Sanyang, Gioia, Marchionna (1′ st Buzzacchino, 11′ st Leo), Zaccaria (1′ st Cava), Di Giulio (20′ st Spada). All. Passariello.

ARBITRO: Laluce di Barletta.

ARBORIS BELLI-V. MATINO 0-2
RETI: 40′ pt rig. e 18′ st Pirretti

ARBORIS BELLI: Pellegrini, Laguardia, Simeone (12′ st Muolo), Leone, Fumarola, Labarile (32′ st Marasciulo), Salvi, Agostino (23′ st Leggiero), Longo (25′ st Di Cosola), Amodio (12′ st Di Toma), Mastronardi. All. Girolamo.

V. MATINO: Colazo, D’Andria, Barulli, Fina, Monteleone, Alemanni (34′ st Matere), Elia, Pirretti (34′ st Medaglia), Ferramosca (26′ st Cannizzaro), Varietti (26′ st Gonzalez), Maniglio (34′ st Lombardi). All. Toma.

ARBITRO: Consales di Foggia.