[ESCLUSIVA SS] NARDÒ – Caporale, dalla paura in strada all’Ostuni: “Ostici, ma vogliamo la Serie D”

Il calcio è la sua vita, la sua passione, la sua gioia, le sue emozioni. Stiamo parlando di Alessandro Caporale, talento naturale del Nardò Calcio, considerato da tutti uno dei migliori under di tutto il campionato di Eccellenza. Caporale, classe 1995, sta vivendo un’ottima stagione nella squadra granata, impreziosita da quattro gol, anche se l’esterno leccese non gioca una partita ufficiale dal lontano 21 dicembre: “Purtroppo, fra squalifica e partita rinviata, sono fermo dalla trasferta di Taranto. Non vedo l’ora di tornare a calcare il terreno di gioco, anche se questo dipenderà dalle scelte di mister Ragno, che ci tiene tutti sulla corda e vuole il massimo impegno e la concentrazione da parte dell’intero gruppo”.

In settimana il giovane neretino, insieme al portiere Andrea Caroppo, è stato coinvolto in un brutto incidente stradale, fortunatamente senza conseguenze,: “Siamo stati miracolati, ci siamo solo spaventati, personalmente ringrazio Sant’Oronzo, che mi guida e mi accompagna sempre in tutti i passi della mia vita“.

Nel pomeriggio la prima delle quindici finali per Caporale e compagni: “L’Ostuni sarà un avversario ostico, alla disperata ricerca punti salvezza. Noi dobbiamo scendere in campo tranquilli, senza l’assillo del risultato, solo giocando a calcio come abbiamo dimostrato nelle ultime domeniche. Dobbiamo pensare solo a noi stessi, non dobbiamo avere paura di nessuno avversario. Vogliamo vincere il campionato e regalare ai nostri splendidi la Serie D. Sono innamorato di questa piazza e voglio diventare un idolo del Giovanni Paolo II”

Marco TARSI
Nato a Copertino 38 anni fa , laureato in economia e gestione delle attività turistiche e culturali, giornalista pubblicista dal 2014, redattore di Salento Sport, collaboratore della Gazzetta del Mezzogiorno e di Radio system network. Alla passione sportiva unisce quella instancabile di educatore scout nel gruppo Copertino 97!!

Articoli Correlati