ECCELLENZA – La voce dei protagonisti al termine della 3ª giornata

Soddisfazione per Sportillo e Oliva per il primo successo stagionale, positivo mister Salvadore. Si gode il momento del suo Matino mister Branà

pallone-dilettanti-2020-21

Va in archivio la terza giornata del girone B d’Eccellenza. L‘Ugento e l’Atletico Racale portano a casa la prima gioia stagionale, cade la Deghi, mentre la Virtus Matino di mister Branà continua la serie positiva. Pareggio a reti bianche nel derby tra Otranto e Maglie. Queste le considerazioni dei tecnici delle squadre, e di Loris Bavone, direttore sportivo della Toma Maglie.

SPORTILLO (Racale): “Sono molto soddisfatto da quanto fatto dai ragazzi, considerando che andavamo ad affrontare una squadra importante e ben allenata come la Deghi. Sapevo che Andrea (Salvadore ndr) fosse un tecnico che spesso apporta dei cambiamenti nei moduli, ma se devo essere sincero l’avvio della formazione orange mi ha un po’ sorpreso, come ha di fatto sorpreso i ragazzi. Nei primi dieci minuti abbiamo sofferto molto la loro pressione, senza riuscire a trovare le giuste uscite. Con il passare dei minuti siamo riusciti a trovare maggiore quadratura, sbloccando poi la contesa con Nicchiarelli. L’espulsione occorsa alla Deghi a fine primo tempo ha indirizzato ancor di più la partita. Nella ripresa abbiamo sfruttato bene la superiorità trovando il gol che ha poi di fatto chiuso la partita. Faccio comunque i complimenti alla Deghi. Sono contento per i ragazzi, perchè eccezion fatta per il secondo tempo contro l’Otranto, questa squadra ha sempre provato a proporre calcio, tirando fuori ottime prestazioni. Ora ricarichiamo le pile e guardiamo a domenica prossima, senza perdere di vista il nostro obbiettivo”.

SALVADORE (Deghi): “Una partita molto strana, difficile anche da commentare. Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, creando diverse occasioni gol che non siamo riusciti a sfruttare, peccando un po’ in fase realizzativa. Alla prima vera offensiva del Racale abbiamo subito lo svantaggio e poco dopo è arrivata l’espulsione di Carrozzo che ha reso tutto più complicato. Nella ripresa abbiamo provato a riacciuffare la gara, ma Passaseo ha compiuto due parate importanti; subito il raddoppio non siamo riusciti più riusciti a reagire, tirando di fatto i remi in barca. Brucia perchè la sconfitta è arrivata al termine di una buona prestazione, caratterizzata da due episodi che poi hanno di fatto indirizzato nel verso opposto la partita. Occorre continuare a lavorare perchè la strada è ancora lunga, facendo tesoro dei nostri errori, poiché sono convinto che le sconfitte aiutano a crescere. La squadra ha comunque mostrato ancora una volta segnali incoraggianti e di crescita. In chiusura mi preme fare i complimenti al Racale, che si è confermata un’ottima formazione”.

OLIVA (Ugento): “Partita molto complicata quella di ieri, contro una squadra, il Ginosa, che ha praticamente giocato per tutti i novanta minuti dietro la linea della palla. Abbiamo fatto un buon possesso palla, mantenendo sempre il pallino del gioco, peccando però in fase realizzativa, dove onestamente siamo stati ancora una volta un po’ assenti. Una vittoria importante, perchè serviva per il morale, dopo quattro partite ufficiali senza successo. Siamo stati bravi a crederci fino alla fine, perchè dopo lo svantaggio non era affatto semplice. I ragazzi hanno avuto grande pazienza, senza mai perdere mai la testa, dimostrando grande lucidità. Ora occorre lavorare, perchè da giovedì ci aspetta una serie di partite molto complicate contro avversari importanti. Da domani lavoreremo soprattutto sui limiti che sono emersi in queste prime gare, perchè inutile negare che in fase offensiva non si riesce a creare quanto si creava nello scorso campionato, però ovviamente rispetto alla passata stagione qualcosa è cambiata anche negli atteggiamenti avversari nei nostri confronti”.

BRANÀ (Matino) – “Onestamente ieri siamo stati meno cattivi di altre volte, probabilmente perchè è stato sottovalutato un avversario, in maniera del tutto sbagliata, anche perchè poi come ieri capita che occorre un episodio che può compromettere la gara. Anche ieri comunque siamo riusciti a produrre diverse occasioni, sprecando palle gol importanti, esprimendo un calcio gradevole e occorre continuare su questa squadra, senza mollare un centimetro. Merito ai ragazzi per questo risultato e per questa partenza importante. Spesso quando le cose vanno bene si tende a mettere il tecnico davanti a tutti ma non è così. Il merito è di tutto il complesso, da chi scende in campo a chi va in panchina, passando per tutto lo staff tecnico che continua a dimostrare grande professionalità. Ora non serve perdere concentrazione, continuando a guardare partita dopo partita, senza perdere mai la nostra umiltà“.

MANCO (Otranto): “Sono contento a metà per la prestazione di ieri. Soddisfatto perchè siamo stati bravi a non concedere praticamente nulla contro una delle migliori squadre del girone, sia per organico sia per guida tecnica, eccezion fatta per una conclusione di Negro a fine primo tempo. Meno contento invece perchè non ho visto quella squadra arrabbiata e cinica che ho visto altre domeniche. Siamo una squadra che può far bene se in campo riesce a mettere queste caratteristiche, ma non possiamo assolutamente concederci alcun calo di tensione, considerando che come rosa, siamo quella più giovane di tutto il campionato. Nel primo tempo abbiamo avuto alcune occasioni importanti, dove è stato sbagliato l‘ultimo passaggio, mentre nella ripresa dopo un piccolo sbandamento, complice anche la superiorità numerica abbiamo ripreso in mano la gara, senza però trovare il vantaggio. Resta il rammarico per non aver portato a casa il risultato pieno, e per non aver avuto la giusta cattiveria calcistica, cosa che ad una squadra che deve raggiungere la salvezza come noi non può mai mancare”.

BAVONE (Maglie)– “Nel primo tempo è stata una partita abbastanza tattica, dove le due squadre si sono studiate senza creare di fatto occasioni importanti, se non una conclusione di Negro a fine primo tempo ben controllata da Caroppo. Nella ripresa siamo partiti bene, mettendo in difficoltà l’Otranto, poi è arrivata l’espulsione di Reinero che ha di fatto condizionato il nostro match. Nonostante l’inferiorità numerica i ragazzi hanno tenuto bene il campo, senza mai concedere nulla ai nostri avversari, con Esposito che non ha mai compiuto alcun intervento. Portiamo a casa comunque un buon punto, quarto risultato utile consecutivo che fa morale e muove la classifica, contro un Otranto ben organizzato e ben messo in campo. Dispiace perchè forse senza l’espulsione avremmo potuto provare a portare a casa il bottino pieno”.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati