DEGHI – Mello: “Ripartiamo dalla reazione di Bisceglie. A volte cambiare è inevitabile”

Il nuovo direttore dell’area tecnica orange: “Non facciamo proclami, bisogna fare parlare il campo attraverso il lavoro e l’impegno quotidiano“

mello-sergio-deghi

Foto: Sergio Mello

Nell’anticipo di sabato scorso contro l’Unione Calcio Bisceglie, la Deghi è riuscita a raccogliere un importantissimo pareggio in rimonta, inaugurando quindi con un punto l’avventura di mister Giuliatto sulla panchina degli orange.

Un risultato che lascia degli aspetti certamente positivi, come spiega il direttore dell’area tecnica Sergio Mello: “Quella di sabato è stata una partita scorbutica. Rendevamo visita a una squadra ferita dalla sconfitta di Molfetta desiderosa di rimettersi in carreggiata e che per l’occasione recuperava qualche pedina importante. Scorbutica perché giocata su un campo dalle dimensioni ridotte, sul quale anche altre compagini avranno difficoltà. Il vantaggio dell’Unione Calcio Bisceglie ha spezzato una gara sino a quel momento equilibrata- continua Mello – il gol subìto ha tolto qualche sicurezza alla squadra che nella ripresa si è trovata sotto di due reti. I ragazzi sono stati straordinari nel rialzarsi, hanno seguito le direttive del loro allenatore al quale si sono affidati in maniera assoluta dal primo allenamento. Giuliatto è entrato in maniera serena nello spogliatoio – dice ancora il direttore tecnico della Deghi Calcio – con l’autorevolezza dell’esperienza di un ex giocatore di serie A e con l’umiltà di chi vuole insegnare”.

Una reazione da cui occorre necessariamente ripartire per la Deghi, mettendo alle spalle il momento negativo guardando avanti con fiducia: “Ripartiamo dalla grande reazione finale – rimarca Mello – e lavoreremo sugli errori commessi, perché così è necessario fare. L’obiettivo è quello di disputare un campionato tranquillo, nel quale ritagliarci il nostro spazio. Non facciamo proclami, bisogna fare parlare il campo attraverso il lavoro e l’impegno quotidiano”.

In chiusura il nuovo direttore tecnico parla della rivoluzione che si è consumata nelle ultime settimane in casa orange.Rinunciare a persone e a professionisti che hanno dato tanto alla causa della Deghi Calcio. Non facciamo proclami, bisogna fare parlare il campo attraverso il lavoro e l’impegno quotidiano. Non consideriamo gli uomini come pedine. Ma in alcuni momenti– conclude il dirigente orange – battere strade nuove è inevitabile”.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati