Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

ECCELLENZA – Copertina della 17ª giornata di diritto al Martina Juniores: il punto

La copertina della diciassettesima giornata del campionato di Eccellenza, seconda di ritorno, spetta di diritto al Martina, che si presenta a Orta Nova con la formazione juniores e riesce a strappare un insperato 0-0. Piccolo miracolo per la truppa di mister Caroli, che schiera una squadra tutta composta da elementi nati tra il 2001 e il 2003. Applausi e tante emozioni, in grado di riscaldare il gelo degli spalti del “Fanelli”. Storia d’altri tempi, storia che ci restituisce il senso più autentico dello sport. In attesa di conoscere il futuro del calcio martinese. Terzo pari nelle ultime cinque giornate per i foggiani. Si mette, dunque, male, per l’Orta Nova, risucchiata al penultimo posto della classifica.

Comincia con una vittoria il 2020 del Molfetta Calcio, che allunga a sette la serie di successi consecutivi. La formazione di mister Bartoli s’impone, in casa, per 4-1, sul fanalino di coda San Severo e, approfittando del pari del Corato, allunga a +4 sui neroverdi. È una macchina da guerra la capolista: miglior attacco con 42 reti all’attivo e seconda miglior difesa, con 14 centri al passivo. La difesa meno perforata, dodici gol subiti, è quella del Corato, che sul neutro di Ruvo di Puglia non riesce ad andare oltre l’1-1 con il Barletta. Anzi, è il Barletta a sbloccare intorno alla mezzora e a condurre le operazioni per quasi tutto il match. Decisivi Di Rito e Leonetti nel finale, che entrano a gara in corso e confezionano l’azione del gol del pareggio. Barletta in serie positiva da cinque giornate. Il Corato, che sullo 0-0 fallisce un rigore con Falconieri, non vince da tre giornate (una sconfitta e due pareggi consecutivi). È come se il ko di Molfetta avesse creato un piccolo contraccolpo.

Finisce a reti inviolate il match fra Trani e Otranto. Partita condizionata dal forte vento e da un campo ai limiti della praticabilità. Punto d’oro per la formazione di mister Bruno, frutto di una prestazione coraggiosa e attenta. Esordio, dal primo minuto, tra le fila tranesi, di Giuseppe Amodio, svincolato dal Martina. L’Audace Barletta, che è riuscita a blindare i suoi pezzi pregiati e ha messo a segno alcuni colpi importanti nel mercato dicembrino, non riesce proprio a invertire il trend negativo in casa. Al “Manzi Chiapulin” la Fortis Altamura s’impone per due reti a zero e riprende a sperare in chiave playoff.

Colpaccio esterno del Vieste, che sbanca il Comunale di Ugento per 4-1, lascia la penultima piazza della graduatoria all’Orta Nova e aggancia il San Marco. Prestazione scialba per i giallorossi di Mimmo Oliva, che non riescono a vincere in casa da due mesi. Prima di domenica scorsa aveva collezionato solo quattro punti sul terreno di gioco amico: contro la Deghi dei tanti ex, il Gallipoli sfata il tabù “Bianco” e conquista tre punti pesantissimi, agganciando il quintultimo posto, a -1 proprio dalla Deghi. Termina in parità lo scontro diretto in chiave salvezza tra Bisceglie e San Marco. Un punto che fa più contenti i foggiani, perché conquistato in trasferta e perché arrivato praticamente sul gong finale.

Nel prossimo turno la capolista Molfetta è attesa sul campo del Barletta 1922. Il Corato, invece, sarà ospite dell’Otranto. E c’è anche Deghi-Ugento.