Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

SERIE D/H – Il Bitonto si riprende la vetta solitaria, brutto scivolone per il Casarano. Che bagarre per la salvezza: il punto dopo la 18ª giornata

Anno nuovo, Bitonto vecchio. Se si dovesse riassumere in poche battute la prima giornata del girone di ritorno del girone H di Serie D, probabilmente non ci sarebbe sintesi migliore di questa. I ragazzi di mister Taurino riprendono il nuovo anno collezionando contro il Francavilla il quattordicesimo risultato utile consecutivo confermandosi come la miglior difesa e il miglior attacco del girone e complice il pareggio interno del Foggia contro il Fasano riprendono la vetta solitaria del torneo. I satanelli di mister Ninni Corda non riescono ad andare oltre un pirotecnico 2-2 contro i biancazzurri interrompendo la striscia tre successi consecutivi; secondo pareggio esterno consecutivo invece per il Fasano che resta ancorato al quinto posto a quota 31 punti in piena zona playoff.

La sfida del Capozza tra Casarano e Audace Cerignola se l’aggiudicano gli ofantini, che nelle ultime otto uscite hanno portato a casa ben 20 punti, frutto di sei successi e due soli pareggi, numeri che hanno portato gli uomini di mister Feola a rientrare in corsa per un posto playoff, dopo una partenza davvero complicata. Il Casarano invece incassa la prima sconfitta della gestione Bitetto, con un successo che manca però da tre turni. A pari merito con Fasano e Cerignola troviamo il Taranto, che a Brindisi bissa il successo esterno dell’ultima apparizione contro l’Andria, rilanciandosi così dopo diversi passaggi a vuoto. Gli uomini di mister Ciullo ritrovano invece il sapore della sconfitta dopo quattro gare in cui erano arrivati ben 10 punti, con una classifica che resta comunque positiva.
A sole quattro lunghezze dalla vetta troviamo il Sorrento, che contro l’Agropoli ottiene il quarto successo di fila, portando a quindici la striscia di risultati utili, che dura ormai dalla terza giornata d’andata e quindi dal lontano 15 settembre. L’Agropoli resta invece inchiodata all’ultimo posto in classifica con soli 12 punti all’attivo, sei ko consecutivi, peggior attacco e peggior difesa del torneo.

Dopo un solo punto conquistato dal 24 novembre ad oggi, torna a sorridere la Fidelis Andria, vittoriosa grazie ad un gol di D’Orsi nel finale contro un’ostica Gelbison, che ora si trova a 19 punti, in piena zona playout, a pari merito proprio con la Fidelis ed il Nardò, che contro il Gravina ottiene un punto tutto sommato positivo, che muove la classifica, prolungando il filotto di gare senza sconfitta. Pareggio a reti bianche anche tra Altamura e Gladiator, mentre la Nocerina trascinata dal solito Liurni  recupera un doppio svantaggio contro il Grumentum, conquistando un punto che permette ai molossi di restare ancora fuori dalla zona rossa.

Nel prossimo turno spicca la sfida dello Iacovone tra Taranto e Casarano, mentre Bitonto e Foggia renderanno visita a Gladiator ed Agropoli.  Interessanti anche i derby tra pugliesi Audace Cerignola-Fidelis Andria e Fasano-Nardò.