CASARANO vs A. VIESTE – Ingenuità e direzione arbitrale fermano i rossazzurri: al “Capozza” è 1-1

Dieci giorno dopo la finale di Coppa Italia, Casarano e Vieste si rincontrano nella 17ª giornata del campionato d’Eccellenza. Questa volta, però, i rossazzurri non esultano, uscendo dal campo con un solo punto in virtù dell’1-1 finale e con tanto amaro in bocca per una direzione di gara quantomeno discutibile.

Dopo i primi minuti di stallo, la gara si sblocca già al quinto con un gol del solito Marinelli. L’argentino protegge bene il pallone spalle alla porta, aggira un avversario e libera un tiro che, deviato da Sollitto, finisce in rete alle spalle di un incolpevole Muscato. Con il vantaggio acquisito il Casarano allenta l’intensità e il match si fa scialbo. Per assistere a un’azione pericolosa, infatti, si deve attendere sino al 32’. Uno sciagurato retropassaggio di Desiderato mette in difficoltà Mignaco, Rocco Augelli è in agguato, ruba la sfera, entra in area e calcia in porta, trovando però una deviazione dell’attento Leopizzi. Dopo quattro minuti sono di nuovo i padroni di casa a rendersi pericolosi con Impallari che di testa non riesce a correggere il cross tracciato dalla bandierina da capitan Salvadore. Senza altre particolari emozioni, la prima frazione si chiude con i rossazzurri in vantaggio.

La ripresa ha un piglio decisamente diverso. Già al 1’ Marinelli e Marzo danno vita a una bella azione elaborata che però Muscato è bravo a neutralizzare. Al 6’, su un corner a favore del Vieste, Camasta svetta più alto di tutti e impatta di testa, Impallari è reattivo a liberare quasi sulla linea di porta. Al 14’ è lo stesso argentino a scattare sulla destra e a mettere in mezzo un ottimo pallone su cui Marinelli arriva con un attimo di ritardo in scivolata. Il Casarano sembra aver in mano la situazione, ma al 16’ arriva l’episodio che cambia l’andamento della partita. Leopizzi anticipa in uscita passa l’inserimento di Augelli, la sfera arriva sui piedi del neoentrato Parlangeli che calcia a botta sicura a porta vuota. Il tentativo del foggiano, però, viene bloccato da Desiderato che istintivamente tocca la sfera con la mano. Espulsione del giovane terzino e rigore per l’Atletico. Dal dischetto Augelli pareggia i conti. Paradossalmente, l’inferiorità numerica sembra giovare agli uomini di Longo che ritrovano quell’intensità perduta. Al 22’ Regner va via sulla sinistra e mette in mezzo, Marzo si inserisce con i tempi giusti, ma la sua conclusione al volo è alta. Dopo tre minuti, ancora Casarano pericoloso con Impallari abile a stoppare un lancio dalle retrovie e ad arrivare in area di rigore. L’argentino temporeggia troppo e al momento di concludere si fa anticipare da Muscato. Alla mezzora Perlangeli serve Salerno che controlla e tira debolmente tra le braccia di Leopizzi. Al 39’ altro episodio chiave della gara. Un instancabile Regner trova un bel filtrante per Impallari che viene atterrato in area da Mandorino con un intervento scomposto. Per il signor Piacenza tutto è regolare, ma non per i rossazzurri che protestano in maniera decisa. Nei minuti di recupero il Casarano ci crede ancora e al 48’ Mirabet trova una deviazione fortunosa con il corpo su una punizione di Salvadore, Muscato è bravo a neutralizzare in tuffo. Dopo solo un minuto gli ospiti tentano il colpaccio con un veloce contropiede orchestrato da Simone che, però, si fa ipnotizzare da Leopizzi, autore di un mezzo miracolo.

Finisce così, con il risultato di 1-1, una gara determinata dagli episodi. Il Casarano, anche se penalizzato da una direzione di gara non all’altezza, pecca di eccessiva ingenuità e non riesce a conquistare tre punti importanti per rimanere a stretto contatto con il vertice della classifica. Al Vieste il merito di averci creduto sino alla fine, confermandosi formazione più che solida.

QUI IL TABELLINO DEL MATCH

Articoli Correlati

  • gallipoli-stemma-ss GALLIPOLI – Clamorosa suggestione per il dopo Salvadore

    Salutato Andrea Salvadore, ed in attesa di conoscere la situazione legata ormai alla consueta questione stadio, il Gallipoli, sembrerebbe comunque muovere i primi passi verso la nuova stagione. Secondo alcune indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione, il sodalizio ionico sarebbe al lavoro per un clamoroso ritorno  in panchina. Il nome caldo come successore di Andrea Salvadore,…

  • manco-andrea-allenatore-de-cagna-scorrano OTRANTO – Dopo l’ampliamento societario, arriva l’ufficialità del nuovo mister

    Nei giorni scorsi il sodalizio idruntino del presidente Giovanni Mazzeo, aveva ufficializzato la fusione con l’Fc De Cagna, del presidente Giuseppe De Cagna. Nella giornata di ieri è invece arrivata la nomina del nuovo tecnico, che risponde al nome dell’ex Taurisano Andrea Manco, che al fotofinish ha battuto la concorrenza di mister Portaluri. Questa la nota…

  • panchina ECCELLENZA – Al via il valzer delle panchine. La United Sly Trani batte i primi colpi: le ultime

    Con la pubblicazione delle classifiche che hanno sancito la retrocessione del San Marco e l’approdo in Eccellenza di Atletico Racale e United Sly Trani, nella Premier League pugliese è ora tempo di prime ufficialità soprattutto per ciò che riguarda le nuove guide tecniche. La Deghi, come ormai noto, ha salutato Alberto Giuliatto chiudendo per il ritorno di…

  • orta-nova-martina-juniores-0-0-050120-luca-caporale DILETTANTI – Valorizzazione Giovani Lnd, ecco le classifiche finali di Eccellenza e Promozione/B

    Con la pubblicazione delle graduatorie riferite al Progetto di Valorizzazione dei Giovani Lnd, va in archivio, definitivamente, la tribolata stagione sportiva 2019-20. I criteri stabiliti dalla Lnd premiano le tre squadre che, dati alla mano, hanno schierato in campo il numero maggiore di giovani calciatori, stante il rispetto delle regole sugli under. In Eccellenza, il…

  • destratis-giulio-avvocato-lug-20 DILETTANTI – Avv. Destratis: “La giustizia sportiva pugliese restituisca alle società le tasse-reclamo illegittimamente incassate”

    Riceviamo e pubblichiamo un’altra nota dell’avvocato Giulio Destratis, esperto di diritto sportivo, che mette in luce un’altra – a suo dire – anomalia della giustizia sportiva pugliese. Secondo quanto afferma il legale di Maruggio, citando una recente pronuncia della Corte d’Appello federale di Roma, le società reclamanti contro un’ammenda o una squalifica di un proprio…