CASARANO – Pareggio con la Fortis Altamura, le Serpi in finale di Coppa Italia

In gol Loiodice per i baresi e Mincica per il Casarano. I rossazzurri si qualificano per la doppia sfida di finale in programma, contro il Corato, il 17 gennaio e il 7 febbraio prossimi

casarano-fortis-altamura-191218 ph gigi garofalo

Foto: l'esultanza dei rossazzurri a fine gara (©Gigi Garofalo)

Il Casarano impatta 1-1 contro un buon Fortis Altamura, nella gara di ritorno della semifinale di Coppa Italia, e guadagna l’accesso alla finale in virtù della vittoria di misura nella gara di andata. Gli uomini di mister De Candia vanno in svantaggio nella ripresa, ma riescono a recuperare nel giro di tre minuti e conquistano la finale contro il Corato. Si giocherà in doppia sfida il 17 gennaio e il 7 febbraio.

Il primo brivido della gara giunge al 20’, quando Palmisano prova la conclusione dalla distanza, con Ferruggine che lascia sfilare la palla di poco fuori misura. Subito dopo è l’Altamura che costruisce un’ottima occasione, con Ladogana dalla sinistra che mette dentro. La sfera attraversa da parte a parte l’intera area di rigore senza trovare nessuno pronto alla deviazione vincente. Al 31’ pasticcio della difesa ospite che non riesce a spazzare. La sfera giunge tra i piedi di Palmisano che da buona posizione preferisce servire un compagno anziché calciare in porta. Al 32’ si fa vedere l’Altamura con un tiro di Rana dalla distanza. Blocca senza problemi Montagnolo. Sul capovolgimento, Palma dalla sinistra serve Palmisano che sbaglia il tap-in e manda fuori da ottima posizione. Al 35’ Vicedomini smista per Mincica che mette al centro. La palla sfila lungo la linea di porta e Di Rito in scivolata non ci arriva per un soffio. Al 37’ l’Altamura prova ancora una volta la soluzione di potenza dalla distanza con Di Matera. Montagnolo blocca. Sul finale del primo tempo, gli ospiti sfiorano la marcatura: al 41’ Di Matera riceve palla al centro dell’area e calcia a botta sicura, con la sfera che termina fuori dopo aver colpito il palo esterno. Al riposo si va sullo 0-0.

La ripresa si apre con un tentativo di Di Rito al 52′, servito da Palmisano, la palla, però, finisce fuori. Al 55’ Mincica entra in area e calcia di potenza da buona posizione, ma la sfera si impenna e termina alta. Al 57’ la conclusione di Cannito dal limite viene murata dalla difesa rossoazzurra. Al 61’ ancora Altamura, con la conclusione di Dentamaro dal limite fuori di poco. Al 65’ percussione di Mincica che entra in area e calcia in porta, l’estremo difensore respinge di piede. Al 76’ i baresi passano in vantaggio sugli sviluppo di un calcio d’angolo battuto da Dentamaro. Ad anticipare di testa tutti è Loiodice. Al 79’, però, il Casarano pareggia subito i conti: Mincica, servito da Agodirin, ristabilisce l’equilibrio da centro area con un sinistro piazzato. All’88’ Palmisano mette dentro per Agodirin anticipato da Loiudice. L’ultima emozione della gara giunge nei minuti di recupero, quando ai padroni di casa viene annullato un gol. Al 3’ minuto di recupero, Vicedomini colpisce la traversa. La palla termina tra i piedi di Mincica che insacca a porta sguarnita. Il gol, però, viene annullato per fuorigioco.

Domenica si ripete la sfida a campi invertiti per la prima giornata di ritorno del torneo di Eccellenza.


IL TABELLINO

Casarano, stadio “G. Capozza”
mercoledì 19 dicembre 2018, ore 14.30
Coppa Italia Eccellenza Puglia 2018/19 – Gara semifinale di ritorno

CASARANO-F. ALTAMURA 1-1
RETI: 70’ Loiodice (FA), 73’ Mincica (C)

CASARANO: Montagnolo, Diaoulà, Palma, Vicedomini, D’Aiello, Bonasia, Palmisano, Rescio (89’ Dall’Oglio), Di Rito (76’ Agodirin), Mincica, Cianci (86’Touray). In panchina: Noto, Cappilli, Presicce, Caputo Ant., Caputo And., Carrano. All. P. De Candia.

F. ALTAMURA: Ferruggine, Carella, Maselli, Dispoto, Loiodice, Cannito, Dentamaro, Lede, Di Matera (77’ Lampugnani), Rana (46’Abbrescia), Ladogana (89’ Rizzo). In panchina: Giannuzzi, Gonzalez, Campanella, Pennacchia, Cornacchia, Patruno. All. S. Maurelli.

ARBITRO: Dario Acquafredda di Molfetta (Ivan Alexanddrovic Denisov di Bari e Gaetano Fiore di Barletta).

NOTE: Temperatura 12°, cielo sereno, terreno in buone condizioni. Ammoniti: 56’ Palma (C). 74’ Abbrescia (A). Espulsi: nessuno. Recupero: pt 2’; st 4’. Spettatori: 600 circa.

Articoli Correlati