CASARANO – Frenata contro il Molfetta Calcio, Serpi in vetta a braccetto col Brindisi

Pareggio a reti inviolate su un terreno da gioco reso quasi impraticabile dalla pioggia ma il Molfetta si divora un'occasione da rete proprio al 90'. E domenica c'è Brindisi-Casarano

casarano-bitonto-190317-fb-casaranocalcio

Pari a reti inviolate nella gara tra Casarano e Molfetta Calcio, al termine di un match avaro di emozioni e condizionato da un campo da gioco ai limiti della praticabilità a causa delle copiose piogge cadute sul Salento.

Si comincia con un minuto di silenzio per la tragica scomparsa di Antonello Giordano, giovane arbitro della sezione di Bari, morto a seguito di un incidente automobilistico lo scorso martedì nel capoluogo pugliese.

Al 14’ si fa vedere il Casarano, con una punizione dai trenta metri, battuta da Mincica. Il fantasista rossoazzurro calcia direttamente in porta, ma il numero uno ospite alla para in due tempi.

Al 22’ il Casarano sfiora la marcatura nella prima vera occasione della gara. Di Rito, servito da Palmisano, in sforbiciata supera Petruzzelli, ma la palla si stampa sulla traversa. Nulla da registrare sino allo scadere, quando Cfakar in scivolata mette i brividi al pubblico di casa e chiama Grasso all’intervento in tuffo.

Nella ripresa gli ospiti alzano il baricentro. Al 47’ Grasso respinge con i pugni un’insidiosa conclusione dal limite di Roselli. Al 60’ è Legari a provarci da calcio piazzato, ma l’estremo difensore rossoazzurro neutralizza. Il Casarano si ripropone in avanti al 71’. Mincica si insinua in area e calcia di potenza, ma la mira non è delle migliori. Allo scadere, ci prova Cappilli, al termine di un’azione convulsa, da posizione defilata, ma anche questa volta la sfera finisce sul fondo.

La vera occasionissima, però, giunge solo nei minuti di recupero, con Cfarku. Il numero 9 barese a ridosso della linea e a porta sguarnita, sbaglia completamente l’impatto con il pallone mandando alto sopra la traversa e vanificando un’azione che sarebbe potuta valere l’intera posta in palio. Finisce 0-0, risultato tutto sommato giusto per quanto visto in campo.

E domenica prossima ad attendere il Casarano c’è il Brindisi che, da oggi, condivide il primato in classifica proprio con i rossoazzurri.


Casarano, stadio “G. Capozza”
domenica 25 novembre 2018, ore 14.30
Eccellenza Puglia 2018/19 – 12a giornata

CASARANO-MOLFETTA CALCIO 0-0

CASARANO: Grasso, Lobjanidze (Touray 69’), Vergori, Rescio, D’Aiello, Bonasia, Palmisano, Cappilli, Di Rito, Mincica, Caputo (Presicce 75’). In panchina: Noto, Cantatore, Esposito, Diaoula, Levanto, Carrano, Wilson. All. P. de Candia.

MOLFETTA CALCIO: Petruzzelli, Panunzio, Martinelli, Albanese (Elia 83’), Partipilo, Bartoli, Roselli (De Rita 74’), Legari, Cfarku, Vitale (Bozzi 77’), Ventura. In panchina: Raimondi, De Vito, Andriano, Paparella, Giancapro, Monteleone. All. P. Giusto.

ARBITRO: Lorenzo Maccarini di Arezzo (Antonio Conte e Carlo Alberto Tommasi di Taranto).

NOTE: Temperatura 17°, cielo coperto, terreno reso scivoloso dalla pioggia. Ammoniti: Legari 43’ (M), Vergori 45’ (C) , Albanese (M) 51’, Panunzio (M) (83’). Espulsi: nessuno. Recupero: pt 1’; st 5’. Spettatori: 600 circa.

Articoli Correlati