CASARANO-FASANO – Show biancazzurro al “Capozza”, poker e vetta nel mirino

Il Casarano autore di buon primo tempo, crolla nella ripresa sotto i colpi degli uomini di Laterza. A segno Serri, doppietta, Montaldi e Corvino, per i rossazzurri primo centro di Antenucci

fasano-dibiase

Foto: ©R. Dibiase

Il Fasano espugna il Capozza e conquista tre punti contro un Casarano a corto di idee e incapace di concretizzare. Partono subito forte i padroni di casa. Al 3’ Vicedomini scardina la palla dai piedi di un avversario e dalle retrovie serve Antenucci lanciato in porta sulla destra. Gubello lo mette giù fallosamente. Il calcio di punizione non sortisce alcun esito.

Al 13’ il Fasano sblocca il risultato con Serri, suo il tap-in vincente che porta in vantaggio gli ospiti tra le proteste dei padroni di casa. Il gol, infatti, giunge sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto in modo irrituale da Lanzillotta. Il centrocampista fasanese tocca il pallone, lo mette in movimento, poi lo ferma con le mani, quindi calcia. I rossoazzurri protestano e il Fasano ne approfitta per siglare la rete dell’1-0. Il Casarano non ci sta. Al 15’ Marretti ci prova dalla distanza, ma la palla viene messa in corner dall’estremo difensore. Al 20’ Vicedomini su calcio di punizione mette in area per Tardo, che di testa schiaccia troppo. Loliva non ha problemi a bloccare.

Al 26’ calcio di punizione per il Casarano dai 25 metri, batte Antenucci, che beffa il portiere a fil di palo, con la palla che si insacca all’angolino basso alla sinistra di Loliva. Gli ospiti provano a ristabilire le distanze. Al 31’ Corvino dal fondo tenta la conclusione in porta, ma Milli respinge con i pugni. Al 33’ Lanzillotta prova la soluzione di potenza dai 25 metri, ma la sfera termina sul fondo. Al 37’ occasionissima per il Casarano. Antenucci dalla destra cambia gioco per Quarta che dal fondo mette dentro. La palla sfila lungo la linea di porta, con il numero uno ospite fuori dai giochi, ma Pignataro in scivolata non ci arriva.

Al 40’ il Fasano torna in vantaggio. Azione convulsa, la palla giunge a Montaldi che, privo di marcatura, mette alle spalle dell’incolpevole Milli. La rete del raddoppio degli ospiti giunge tra le vive proteste dei rossoazzurri per un presunto fuorigioco segnalato dall’assistente.

Nella ripresa il Casarano prova a rimettere in pista la gara. Al 52’ Pignataro va in gol, su assist di Schirinzi, ma il direttore di gara annulla per gioco falloso sul portiere. I rossoazzurri non riescono a pungere, sembrano aver accusato il secondo gol del Fasano. E al 58’ ne approfittano gli ospiti che vanno nuovamente a segno. Serri dalla destra serve Corvino che trafigge Milli. Dopo una manciata di minuti, giunge il quarto gol del Fasano, a siglarlo, al 65’, è Serri, autore di una prova da incorniciare suggellata da due marcature e un assist.

Sul finale il Casarano manovra confusamente, senza la necessaria lucidità, complice anche un Fasano ordinato e ben messo in campo che si aggiudica meritatamente l’intera posta in palio.


Casarano (Le), stadio “G. Capozza”
Domenica 17 dicembre 2017 ore 14.30
Eccellenza Puglia 2017/18 – 15a giornata

CASARANO-FASANO 1-4
RETI: 13’ e 65’ Serri (F), 26’ Antenucci (C), 40’ Montaldi (F), 58’ Corvino (F).

CASARANO: Milli, Tardo, Schirinzi (62’ Palma), Vicedomici, Stranieri, Casalino, Marretti, D’Arcante (60’ Lede), Pignataro, Quarta, Antenucci (62’ Caputo). In panchina: Montagnolo, Lisi, Portaccio A., Trovè. All. Pietro Sportillo.

FASANO: Loliva, Pugliese (89’ Di Tano), Gubello, Ganci, Anglani, Amato, Serri (71’ Fumai), Lanzillotta (46’ Fumaorla), Di Rito (90’ Zizzi), Corvino (85’ Pistoia), Montaldi. In panchina: Pellegrino, Bernardini. All. Laterza.

ARBITRO: Simone Gauzolino di Torino (Nicola Ostuni e Antonio Alessandrino di Bari).

NOTE: Cielo sereno per buona parte della gara, temperatura 12°, terreno reso pesante dall’acquazzone abbattutosi su Casarano poco prima di mezzogiorno. Ammoniti: D’Arcante (C), Quarta (C), Stranieri (C), Amato (F), Ganci (F), Anglani (F), Montaldi (F). Espulsi: -. Recupero: – pt, 4’ st. Spettatori: 600 circa.

Articoli Correlati