CASARANO – Il ds Pitino predica calma: “Non abbiamo ancora portato a termine nulla, ma il destino è nelle nostre mani”

"Siamo già proiettati alla sfida di Molfetta, una gara non semplice che noi affronteremo al massimo senza fare calcoli. Prima di fare un bilancio, dobbiamo portare a termine il nostro lavoro nel migliore dei modi", dice il dirigente rossazzurro

Foto: M. Pitino, al centro

La vittoria interna contro il Cervinara è significata per il Casarano accesso ai quarti di finale di Coppa Italia Dilettanti, con i rossazzurri che affronteranno il Canicattì (andata in casa, ritorno in trasferta) per proseguire una marcia che fin qui li ha visti dominare su tutti i fronti, spazzando via ogni ostacolo.

Dopo la vittoria della fase regionale ed un campionato ormai ad un passo, ora la truppa di mister De Candia punta dritta ad una storica tripletta, ma il diesse Marcello Pitino intercettato in esclusiva per SalentoSport predica calma: “È chiaro che andare avanti in una competizione così importante fa piacere e ci rende molto orgogliosi – esordisce il diesse, ma è anche vero che più avanti si va è più difficile risulta l’avversario che si trova di fronte; noi dal canto nostro proveremo fino alla fine a conquistare la vittoria finale, senza però mai perdere di vista il nostro obiettivo principale, vale a dire la conquista del campionato”.

E a proposito di campionato, in città è già partito il countdown verso la conquista del massimo campionato regionale, che significherebbe ritorno in Serie D, categoria che a Casarano manca dalla stagione 2011-2012. Domenica Vicedomini e compagni affronteranno il Molfetta Calcio, in una sfida che, Brindisi permettendo, ha già il sapore di match-ball: “Archiviato il passaggio del turno in Coppa siamo già proiettati alla sfida di Molfetta – prosegue Pitino, una gara certamente non semplice che noi affronteremo come sempre al massimo senza fare alcun calcolo, anche perché visto il vantaggio che siamo riusciti a costruire in questi mesi ora il destino è solo nelle nostre mani, noi dobbiamo pensare a conquistare l’intera posta, in maniera tale da sfruttare un eventuale passo falso di chi ci sta dietro”.

In estate il patron Filograna e il presidente Maci hanno affidato al direttore ex Barletta il compito di costruire un organico all’altezza delle ambizioni societarie e del blasone della piazza, con il chiaro intento di conquistare qualcosa d’importante, compito che fino ad oggi il diesse ha certamente svolto nel migliore dei modi, andando anche oltre le proprie aspettative: “Quando si prova a costruire un organico con l’intento di fare qualcosa di importante, non è mai semplice e soprattutto non è scontato che le cose vadano come ci si aspetta; ad oggi siamo molto contenti di aver ottenuto dei risultati importanti, ma come ho già detto in precedenza non abbiamo ancora portato a termine nulla, quindi prima di fare ogni tipo di bilancio – chiosa Pitino, bisogna terminare il nostro lavoro nel migliore dei modi, come chiesto dalla nostra società”.
Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati