SERIE B – Crotone, da una super difesa la forza per evitare la clamorosa retrocessione

I Pitagorici, passati in autunno da favorita per la promozione a principale delusione del torneo, con il ritorno di Stroppa hanno trovato punti e quadratura. E non prendono gol da quattro gare

Foto: (©telemia)

Per presentare Crotone-Lecce si potrebbe sommariamente dire che si trovano di fronte la più grande delusione e la più bella sorpresa della Serie B 2018/2019. In realtà le due etichette sopraelencate appartengono ormai al passato, ed entrambe le compagini si sono calata ampiamente nei rispettivi nuovi ruoli. E’ andata meglio ai giallorossi, che nel gioco dei ribaltamenti di pronostico si trovano a lottare quantomeno per un posto playoff, se non per qualcosa in più che appare comunque alla portata, mentre i rossoblù si dovranno accontentare, almeno per quest’anno di evitare una retrocessione che fino ad inizio inverno sembrava un incubo sempre più vicino alla città di Pitagora.

Retrocesso tra i cadetti dopo due anni di A, il Crotone ha pagato fortemente il cambio di categoria non riuscendo a mantenere la fibbia di favorita per la promozione al pari di Verona, Benevento e Palermo. I calabresi di Stroppa sono andati in crisi da subito, costringendo presto il club a puntare su Massimo Oddo. Non è andata meglio all’abruzzese, anzi la squadra, quasi per intero quella che lo scorso anno ha lottato fino all’ultima giornata per restare in massima serie, è apparsa a lungo una banderuola in balia delle onde. Inevitabile l’esonero anche dell’ex campione del mondo con annesso Stroppa-bis, il cui impatto è stavolta stato notevolmente più positivo. Simy e compagni hanno iniziato a macinare punti fino a respirare aria quantomeno di playout, ma con la salvezza diretta alla portata e distante un solo punto. La forza ritrovata del Crotone è sì nella qualità di alcuni singoli, il già citato nigeriano, Firenze, Benali e anche il neo arrivato ed ex Lecce Pettinari su tutti, ma è soprattutto in una difesa che si è scoperta granitica e che non prende gol da quattro gare.

I precedenti incontri allo Scida tra Crotone e Lecce, una grande classica della C anni sessanta, sono in totale 21. A sorridere sono i rossoblù ma di poco, forti di 5 vittorie a 4 (12 i pari), tuttavia al contempo incapaci di battere in casa i salentini addirittura dal 1970. Pari 1-1 nell’ultimo incontro in Calabria (2010, gol di Marilungo e pari di Mendicino) e vittoria giallorossa, invece, l’anno prima: finì 1-3 con gol locale di Espinal e tripletta di Tiribocchi per i salentini.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati