CASARANO – Dietro la prima squadra: il florido settore giovanile rossazzurro

Quello di “non fermarsi alle apparenze” è un po’ uno stile di vita. Quel guardare oltre la propria prospettiva, cambiare inquadratura: sporgersi dietro le quinte. A Casarano, dietro la prima squadra che scala posizioni nel campionato di Eccellenza e che – com’è ovvio – attira su di sé le luci dei riflettori, c’è tutto un settore giovanile che “coccola” i giovani talenti e non teme di proiettarli nei palcoscenici prestigiosi.

Nel luglio del 2012 nacque (o meglio risorse) il calcio a Casarano, grazie alla passione e alle risorse del presidente Eugenio Filograna. Da quel momento, oltre all’allestimento della prima squadra (che poi avrebbe vinto il campionato di Promozione e la Coppa Puglia), venne ricostruito il settore giovanile. Con immediato successo. Nel 2012/13 gli Allievi provinciali si assicurarono il campionato di categoria (in virtù del successo nello spareggio con Poggiardo), mentre la Juniores provinciale di mister Simone Greco, dopo un inizio complicato, seppe attestarsi al terzo posto. Gioia ancor maggiore nella stagione successiva: Greco trascina la sua juniores alla vittoria del campionato e poi fino alle fasi finali nazionali; conferma prestigiosa per gli Allievi provinciali con il “double”: campionato di categoria più coppa (conquistata in finale a spese del Parabita).

Nonostante, quindi, nell’attuale stagione molti artefici della cavalcata juniores rossazzurra dell’annata precedente si siano accasati altrove (l’esterno De Benedetto all’Otranto, il terzino Ciurlia e la mezz’ala Pellegrino alla Salento Football Leverano, il centrocampista Vetrugno al Leverano), “abbiamo conquistato – dichiara il responsabile tecnico e allenatore della juniores, Andrea De Marcoun ottimo terzo posto. Ma al di là del piazzamento finale, che nei campionati giovanili non deve mai rappresentare una ossessione, ciò che ci rende orgogliosi è aver composto una squadra di classe ’97 e ’98, per non contrastare le necessità di under della prima squadra. Fra tutti, mi hanno destato una particolare impressione Antonio Martella (’98), Emanuele Zaminga (’97) e Alessio Castrì (’97). Quest’ultimo, in particolare, è stato aggregato fino a dicembre alla prima squadra, con diverse presenze e un gol all’attivo in Eccellenza. Poi, a dicembre, in concomitanza con i rinforzi acquisiti sul mercato dalla squadra maggiore, è ritornato con noi realizzando 10 reti – conclude – in altrettante presenze”. “La stagione degli Allievi – afferma Veruska Malerba, coordinatrice del settore giovanile – pur soddisfacente in termini di risultati (terzo posto nel campionato di categoria, ndr) è stata offuscata dalla morte del ragazzo Francesco Brandolino, tristemente scomparso lo scorso ottobre in un incidente stradale. La squadra logicamente ne ha risentito pesantemente. In suo onore, organizzeremo un memorial. Lunedì prossimo faremo un raduno di classe ’97, ’98, ’99 e 2000 con il L’Aquila Calcio 1927, militante in Lega Pro. Abbiamo ragazzi straordinari: validi ed educati. Il merito va anche al presidente – conclude Malerba – e al responsabile del settore giovanile, Franco Bellante”.

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati

Lascia un commento