CASARANO – Buona la prima, tris rossazzurro all’Altamura

A rete Nicolas Di Rito, autore di una doppietta, e Caputo. Per gli ospiti a segno Rana

casarano

Buona la prima per il Casarano che supera per 3-1 la Fortis Altamura. I padroni di casa partono con il piede sull’acceleratore e vanno subito in vantaggio. Al 4′ Carrano serve per Di Rito in area che scavalca il portiere in uscita e sigla il gol dell’1-0. Al 14′ Mincica dalla sinistra mette al centro per Di Rito che non ci arriva di testa. Spazza via Lampugnani. Al 16′ è di nuovo Mincica a farsi vedere in avanti. Il numero 7 del Casarano conclude in porta su calcio di punizione, ma Giannuzzi neutralizza in tuffo. Al 20′ percussione di Caputo che entra in area, lascia sul posto due difensori e dal fondo mette al centro senza trovare nessun compagno pronto alla deviazione decisiva. L’Altamura si affida alle ripartenze e ai calci piazzati. Al 29′ Lede Kaldas, su calcio di punizione dai trenta metri, cerca di beffare Grasso, ma la traiettoria è alta. Fuori misura anche la punizione calciata due minuti dopo da Lanave. Al 33′ occasionissima per il Casarano. Vicedomini entra in area e serve al centro per Mincica che manca l’appuntamento con il gol. Al 35′ Caputo ci prova dalla distanza, ma il numero uno ospite non si lascia sorprendere. Al 38′ è nuovamente Mincica dalla sinistra a seminare il panico nella retroguardia barese. L’esterno rossoazzurro penetra in area di rigore e serve Di Rito che prova la girata al volo, ma non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Al 45′ Di Rito calcia in porta a botta sicura, ma il portiere si oppone con il corpo e nega alla punta argentina la gioia della doppietta.

Nella ripresa, gli ospiti cercano di reagire. Al 50′ Lanave dalla destra cerca Lampugnani che, in area, tenta la deviazione vincente di testa, ma la difesa rossoazzura smorza la sfera che finisce tra le braccia di Grasso. Al 51′, sul capovolgimento di fronte, Bonasia serve Di Rito, che con una zampata vincente anticipa l’estremo difensore ospite in uscita e sigla il gol del doppio vantaggio casaranese. Al 60′ Caputo ci prova per due volte, ma senza fortuna. La prima calcia di poco a lato; la seconda non riesce ad imprimere la necessaria forza alla palla che viene bloccata da Giannuzzi. L’Altamura alza il baricentro. D’Aiello viene atterrato in area di rigore e il direttore di gara assegna il penalty ai biancorossi. Nell’occasione, il Casarano rimane in dieci per doppia ammonizione ai danni di Cantatore. Si incarica di battere il calcio di rigore Rana, che accorcia le distanze, ma viene espulso subito dopo per comportamento antisportivo nel recuperare la sfera dalla porta dei padroni di casa. All’85’ Caputo conclude con potenza da distanza ravvicinata, ma un difensore sventa sulla linea. L’appuntamento con il gol è solo rinviato. All’87’ Presicce tocca di fino e serve Caputo che beffa Giannuzzi sul palo lontano. Nel primo minuto di recupero il Casarano rischia sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Toro Conjero.

Poi il gioco si fa convulso, fino al fischio finale.


Casarano, stadio “G. Capozza”
Domenica 9 settembre 2018, ore 16.00
Eccellenza Puglia 2018/19 – 1a giornata

CASARANO-F. ALTAMURA
RETI: 4′ e 51′ Di Rito (C), 74′ Rana (A), 87′ Caputo (C).

CASARANO: Grasso, Carrano, D’Aiello, Esposito, Cantatore, Bonasia, Mincica (80′ Presicce), Vicedomini, Di Rito (73′ Vergori), Caputo, Levanto (67′ Wilson). In panchina: Montagnolo, Sanyang Lamin, Magagnino, Amodeo, Noto. All. P. de Candia.

F. ALTAMURA: Giannuzzi, Carella, Lampugnani, Dispoto, Campanella (86′ Loiudice), Lede Kaldas, Cannito, Ardino (52′ Rana), Patruno (46′ Maselli), Lanave (67′ Tragni), Abrescia (62′ Toro Conjero). In panchina: Ferruggine, Pennacchia, Rizzo, Cornacchia. All. Maurelli.

ARBITRO: Luca Vittoria di Taranto (Carlo Alberto Tomasi e Alessandro Scrima di Taranto).

NOTE: Giornata calda, cielo sereno, temperatura 29°, terreno non in buone condizioni. Ammoniti: Esposito (C), Carrano (C), Cantatore (C), Campanella (A), Caputo (C). Espulsi: Cantatore (C), Rana (A). Recupero: pt 1′; st 5′. Spettatori: 1.200 circa.

Articoli Correlati