AVETRANA – Cereseto, che impatto in Eccellenza! Il bomber è ambizioso…

Sul suo approdo in Italia la punta albiceleste rivela: "Sono diversi i motivi che mi hanno spinto, di concerto con mia moglie, a compiere questa scelta. Principalmente perché giocare in Europa è il sogno di tutti i professionisti e poi perché il calcio argentino non sta attraversando un buon momento"

ceresetto-longo

Foto: Cereseto duella con Mariano - ©D. Longo

Prima partita in maglia biancorossa e subito doppietta per Lucio Cereseto. Non poteva presentarsi meglio ai suoi tifosi e al calcio italiano l’attaccante argentino con trascorsi nella Coppa Libertadores. L’Avetrana fino a ora aveva dovuto fare a meno di lui, ma settimana scorsa è arrivato il tanto sospirato transfert e così Cereseto ha potuto fare il suo esordio a Otranto.

“È stata una grande emozione aver debuttato nel calcio italiano e con indosso questa maglia che mi ha dato la possibilità di farlo – sottolinea l’attaccante classe 1983 -. “Siamo stati a un passo dalla vittoria e, per la verità, abbiamo fatto una grande partita. Quali sono state le difficoltà principali nell’approccio ai metodi di lavoro del mister e del suo staff tecnico e in generale al nostro calcio? “Sapevo che all’inizio non sarebbe stato semplice: non conoscevo la lingua e provengo da un tipo di calcio molto diverso. Ma sono un professionista e attraverso il duro lavoro quotidiano sto prendendo sempre più confidenza con la nuova realtà. Pazienza e spirito di sacrificio sono fondamentali”.

Una lunga carriera tra i professionisti per Cereseto, tra le fila di club che hanno fatto la storia del calcio argentino come Newells Old Boys e Argentinos Juniors. Jorge Sanpaoli, attuale ct dell’albiceleste, è stato uno dei suoi allenatori. Un passato che pesa. E a 34 anni Cereseto ha deciso di rimettersi in discussione, a centinaia di km di distanza, lontano dalla famiglia. “Sono diversi i motivi che mi hanno spinto, di concerto con mia moglie, a compiere questa scelta. Principalmente perché giocare in Europa è il sogno di tutti i professionisti e poi perché il calcio argentino non sta attraversando un buon momento”.

E a proposito di calciatori argentini, uno che sicuramente ha fatto e continua a fare la storia di queste categorie è Nicolas Di Rito, che Lucio Cereseto si troverà di fronte domenica prossima. L’Avetrana ospiterà il Corato, in un match delicato, contro un avversario desideroso di riscattare l’avvio non proprio brillante. “Mi aspetto una partita molto dura e combattuta – sottolinea il bomber di Rosario -. “Il Corato è una squadra costruita per vincere, ma in casa nostra venderemo più che mai cara la pelle, come d’altra parte abbiamo dimostrato di fare su tutti i campi dove abbiamo giocato. Dovremo mettere la stessa intensità che abbiamo avuto fino a ora”.

È uno che ha le idee chiare Lucio Cereseto e che sa cosa chiedere alla propria stagione e a quella della squadra. “Spero di essere utile al mister e ai miei compagni e di riuscire a fare quello che mi viene richiesto. La squadra deve guardare il più in alto possibile. I play off sono un obiettivo che non possiamo trascurare”.

Articoli Correlati