Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

CALCIO AMATORIALE – Salentodorica campione. Sonoro 5-1 al Real Zola

Al campo “Filippetti” di Riale di Zola Predosa, lunedì scorso, la SalentoDorica si è meritatamente laureata campione provinciale CSI di Bologna per la categoria Silver. Lo ha fatto battendo in finale il Real Zola in una partita che non ha lasciato scampo ai rossoblu battuti inesorabilmente per 5-1 dai salentini. Salentodorica priva dell’infortunato Spinelloi che non è riuscito a recuperare per la finalissima, Real Zola che recupera Mazzetti in porta e Mariano in attacco ma paga l’assenza, non indifferente, del suo condottiero Daniele Daino.
In un clima di festa, numerose sono le persone giunte ad assistere alla finalissima, le due squadre si affrontano sul terreno che le ha viste nascere come società. Due neo-squadre che sono giunte fino all’ultimo atto, una finale tutt’altro che scontata, dopo aver battuto squadre molto forti.
Pronti via e la Salentodorica prova subito ad impensierire Mazzetti con il bomber Willy Chirivì e successivamente con Fouad Ezzyad, ma la mira dei due risulta un po’ da perfezionare. Salentodorica con il pallino del gioco in mano, Real Zola un po’ lenta e macchinosa che non riesce e creare pericoli. Passano poco più di cinque minuti ed Ezzyad viene servito bene al limite dell’area, penetra all’interno e da posizione defilata calcia un rasoterra che passa alla destra di Mazzetti, coglie il palo e s’insacca. E’ l’1-0 dei salentini.

Ma reagisce bene il Real Zola che pochi minuti più tardi pareggia grazie al suo bomber che si gira bene al cento dell’area e insacca alle spalle di Morabito. A questo punto la Salentodorica mette una marcia in più rispetto agli avversari. Entra Rachid Chaoufi. Il piccolo marocchino, che sul campo di Riale da il meglio di sé, dribbla un paio di avversari, si accentra e calcia un porta un tiro non irresistibile ma che l’estremo difensore del Real Zola non trattiene. E’ 2-1.

La partita è a senso unico. Scambio veloce fra i fratelli Chirivì, il capitano Alessio si ritrova sulla fascia sinistra, si invola verso la porta accentrandosi e superando il difensore avversario, calcia in porta battendo Mazzetti ma il palo gli strozza in gola l’urlo del gol. Subito dopo il fratellino tremendo, un po’ spento fino a quel momento, raccoglie un pallone a centrocampo e dalla trequarti calcia un rasoterra insidiosissimo che si insacca alla destra di Mazzetti. 3-1. E il sapore della vittoria si fa sempre più dolce.

Nel primo tempo, prima dello scadere, il Real Zola batte un calcio di punizione, la palla finisce in area rasoterra, un giocatore rossoblu calcia di tacco in porta ma Morabito è lesto a tuffarsi all’angolino e a deviare in calcio d’angolo. Rimarrà l’ultima fiammata del primo tempo.
Nella ripresa il ritmo non cambia. La Salentodorica sciupa molto in attacco con Willy Chirivì, Totaro, Rachid Chaoufi ed Ezzyad. Poi, poco prima di metà tempo Ezzyad recupera un pallone a centrocampo, fa qualche passo e lascia partire un bolide che si insacca alle spalle di Mazzetti. 4-1.Il risultato sta andando oltre ogni aspettativa. Gran gol di Fouad. Stordita e sicuramente influenzata dall’assenza di Daniele Daino, il Real Zola non impensierisce gli avversari e tutto diventa facile per i giallorossi.

Chaoufi salta uomini come fossero birilli, e Totaro ad un certo punto illumina il “Filippetti” con una magia delle sue. Si libera di un difensore con un abile pallonetto e con la palla ancora in aria, dalla destra, calcia un tiro al volo che si insacca nell’angolino alto alla desta di Mazzetti. Da cineteca. Gran gol di Daniele Totaro che non è nuovo a queste conclusioni spettacolari. Da lì in poi è un susseguirsi di azioni e contropiede salentini. Ma il risultato non cambia. Arriva il fischio finale dell’arbitro Mallus che sancisce il successo della Salentodorica. Ampiamente meritato.
Si abbracciano il presidente Spaziani e il capitano Chirivì, ideatori e artefici di questo gruppo meraviglioso che tante emozioni ha regalato. Una squadra bella, forte, simpatica e divertente. Lo dimostrano i cori sia delle ultras, sia delle squadre avversarie durante la premiazione. E i numerosi applausi fanno da contorno ad una pefetta conclusione di stagione. Applausi alla SalentoDorica ma applausi a tutti i suoi sostenitori, vicini e lontani. A chi ha assistito alle partite dei giallorossi e a chi gli ha sostenuti da lontano, sul web. Applausi a chi ha regalato del tempo a questo meraviglioso gruppo.
Salentodorica che porta a casa, quindi, il trofeo come Squadra Campione Provinciale Silver, trofeo come vincitrice del girone E Silver, trofeo come difensore Top Seven assegnato a Daniele Maggio, trofeo come miglior giocatore della finalissima assegnato a Daniele Totaro. A Willy Chirivì va, invece, il premio instaurato dalla società come Miglior Giocatore eletto dai Tifosi. E’ stata una grande festa lunedì sera. Ed era tinta tutta di giallorosso.