Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

CALCIOSCOMMESSE – Oltre al Catania nel calderone anche altre squadre di B?

Potrebbe ben presto allargarsi a macchia d’olio l’inchiesta “Treni del gol” che, per ora, ha messo nei guai gli alti dirigenti del Catania e la società etnea. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, citando fonti investigative, nel cerchio di fuoco potrebbero entrarci anche altre società che hanno disputato la Serie B 2014-15: Brescia, Bari, Cittadella e il neopromosso Carpi.

A tirare in ballo queste squadre ci sarebbero le intercettazioni del ds catanese Delli Carri, del presidente Pulvirenti, dell’ad Cosentino, dell’agente Fifa Arbotti e del titolare di un’agenzia di scommesse, il sig. Impellizzeri.

Alla base dell’indagine ci sarebbero le quattro vittorie consecutive del Catania nel mese di aprile contro Varese, Trapani, Latina e Ternana. Forse la striscia si allungherebbe a cinque, considerando quella di fine marzo contro l’Avellino.

Fari puntati anche su Bologna-Catania in cui, dalle ricostruzioni ancora al vaglio degli inquirenti e in fase di approfondimento, ci sarebbe stato un tentativo di manipolazione, a proprio favore, da parte di dirigenti della squadra siciliana che, però, non trovò “terreno fertile” sull’altra sponda, quella felsinea. La partita, poi, terminò 2-0 per i rossoblù.

BRESCIA – Il club lombardo balzerebbe agli occhi dei magistrati per via di un tentativo di combine che avrebbe coinvolto due giocatori del Brescia, secondo l’intercettato Delli Carri, uno “sicuro” e l’altro “da verificare”.

CITTADELLA – La partita tra Catania e Cittadella, penultima del girone di ritorno, finì 3-2 per i veneti. Dalle intercettazioni sembra che lo stesso Delli Carri avesse intrecciato dei rapporti con qualcuno del cub veneto per ‘ottenere’ un risultato con molti gol, particolarmente appetito dagli scommettitori. La partita fu segnalata da Federbet per puntate anomale.

BARI – Sempre dalle intercettazioni, Delli Carri, del club pugliese, direbbe che “Noi facciamo palazzine in un modo, loro le fanno al contrario”, ossia, per i magistrati, che il Catania comprerebbe e il Bari venderebbe le partite.

CARPI – Il Catania, infine, si salva a Carpi, in una gara noiosa e senza tiri in porta. Finisce 0-0 in una gara a forte profumo di ‘biscotto’.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment