Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: Volley Melendugno (B1/f)
copyright: Marco Verri

VOLLEY – Serie B/m, B1/f: risultati 26.02.2023, classifiche, prossimi turni

VOLLEY B/m GIRONE H

RISULTATI (giornata 17): Casoria-Pol. Matese 0-3, Taviano-Leverano 3-1, Athena NA-Pozzuoli 0-3, Grottaglie-Galatone 0-3, Olimpia SBV Galatina-Pomigliano 2-3, Joivolley Gioia-Marigliano 3-0, Mesagne-Meta Torre Ann. 0-3.

CLASSIFICA: Galatone, Leverano 43 – Grottaglie, Joivolley Gioia 42 – Taviano, Pomigliano 28 – Marigliano 25 – Pozzuoli 22 – Meta Torre Annunziata 21 – Casoria 20 – Athena NA 14 – SBV Galatina 12 – Pol. Matese 10 – Mesagne 7.

PROSSIMO TURNO (4-5 mar.): Leverano-Casoria, Pol. Matese-Taviano, Galatone-Athena NA, Pozzuoli-Olimpia SBV Galatina, Pomigliano-Grottaglie, Marigliano-Mesagne, Meta Torre Annunziata-Joivolley Gioia.

(US Volley Galatone, Stefano Manca) – Un altro incredibile successo regala all’Allianz Colazzo Galatone tre punti d’oro che la proiettano dal terzo al primo posto nella classifica del girone H di serie B di volley maschile. I biancoverdi vincono 3-0 domenica nella difficile trasferta di Grottaglie, prima del match secondo in classifica e ora finito in terza posizione. Il primato in classifica, al momento condiviso con il Leverano, a nove giornate dalla fine del campionato proietta capitan Musardo e compagni verso i playoff per la serie A. Il Galatone scende in campo con la solita grinta e concentrazione. Non sono casuali infatti gli oltre tre mesi di vittorie di fila dell’Allianz Colazzo, che è riuscita a mettere ko sia la capolista Leverano nelle scorse settimane che, domenica, la seconda della classe. La classifica dopo 17 giornate adesso è davvero da brividi: Galatone e Leverano primi a 43 punti, poi Grottaglie e Gioia del Colle a 42. La partita è stata dominata sin dall’inizio dall’Allianz Colazzo, che aveva di fronte un’avversaria fortissima e ben strutturata, meritevole di occupare i piani alti della classifica. Ma nulla da fare: i biancoverdi hanno chiuso la pratica in soli tre set. I primi due sono stati vinti 20 a 25 e il terzo, al cardiopalma, terminato 23-25. A fine match gli spalti del settore ospiti del palasport di Grottaglie sono esplosi di gioia colorandosi di cori e colori biancoverdi grazie a circa 150 indomabili tifosi giunti nel Tarantino a sognare – e fare – l’impresa. Va detto che il salto in classifica dal terzo al primo posto è stato agevolato dall’inattesa sconfitta a Taviano della capolista Leverano. Ma per approfittare dei passi falsi altrui bisogna farsi trovare pronti. E l’Allianz Colazzo Galatone questa prontezza l’ha dimostrata, inanellando la tredicesima vittoria di fila di questo indimenticabile campionato. Una squadra, quella allenata da mister Cavalera, che più che “ringraziare” le squadre che hanno battuto le dirette concorrenti deve forse stringere la mano solo… a se stessa. La Galatone sportiva adesso sogna in grande, sente profumo di serie A ed è già febbre per la prossima gara. Domenica 5 marzo alle 18:30 al palasport di Galatina arriva l’Athena Volley Napoli, quartultima in classifica e alla ricerca quindi di preziosi punti salvezza. Vietato scendere in campo sottovalutando l’avversario. Ma i ragazzi dell’Allianz Colazzo Galatone lo sanno, come hanno dimostrato in questi mesi.

IL TABELLINO

VOLLEY CLUB GROTTAGLIE-ALLIANZ COLAZZO GALATONE 0-3
(20-25; 20-25; 23-25)

Volley Club Grottaglie: Fiore 8, Luzzi (L), Ruggiero, Bartuccio, Spagnulo, Semeraro, De Sarlo (L), Di Felice 11, D’Amico 1, Carlucci, Giosa 5, Poli, Ristani 11; allenatore Spinosa.

Allianz Colazzo Galatone: Latorre, De Filippis, Zanettin 12, Musardo 4, Garofalo 13, Barone (L), Russo 15, Calò 1, Schiattino, Papa 10, Gravili (L), Lentini, Carrozzini; allenatore Cavalera.

(US Olimpia SBV Galatina, Piero de Lorentis) – È mancato il sangue freddo, ma non la paura di vincere all’Olimpia Sbv Galatina. Questa squadra è zoppa di un leader che sia un trascinatore, di un motivatore che in campo trasmetta tranquillità e all’occorrenza un pizzico di cinismo. Quello che sarebbe servito sul 24-23 prima, sul 26-25 poi nella terza frazione per chiudere la partita con una vittoria secca, dal momento che i primi due set erano stati appannaggio dei galatinesi. Invece la squadra di mister Monaco si è fatta irretire da un indomabile Ammirati che ha chiesto ed ottenuto da Coppola di finalizzare tutte le azioni. Dal punto numero 23 in poi, fatti salvi due errori dei padroni di casa, l’opposto ospite si è caricato sulle spalle i suoi, e lo si poteva immaginare rischiando una scelta tattica preconfigurata nell’andare a murarlo. Le gambe e la reattività fisica però non hanno tenuto nella compagine di casa, sebbene non siano mancati cuore e volontà che i tifosi hanno apprezzato nonostante il risultato. Ora l’orizzonte comincia a svanire per Olimpia Sbv, coperto da una nebbia spessa in cui avversari quotati da affrontare e stati d’animo negativi possono generare in pessimismo e frustrazioni. Condensiamo le tre ore scarse di gare nei momenti più importanti e coinvolgenti. Gli ospiti partono in P6 con una prima linea formata da Pirozzi, Ammirati e Brancaccio. Esposito e Madonna completano il reparto difensivo a cui si aggiungono in alternanza i due libero, Iannotta deputato alla difesa e Iervolino alla ricezione. Speculare lo schieramento del Galatina (P6) con la diagonale D’Alba-Zanette, i martelli Pacelli-Buracci, al centro Rossetti-De Micheli Gabriele e Apollonio libero. Mister Monaco ha la solita panchina corta (assente anche De Lorentis) con il rientrante Marco De Micheli, il palleggiatore Dantoni e il giovane De Matteis. Unica alternativa ad un eventuale forfait in corso di gara di Buracci o Zanette.

I set – Pacelli-Rossetti e Buracci  sono determinatissimi, Zanette è esplosivo e il tabellone segna un 12-6 che sprona all’ottimismo. Una splendida difesa di Apollonio non finalizzata nella ricostruzione, offre ad Ammirati l’opportunità di chiudere il punto ma la conclusione è sbagliata per un 17-8 che D’Alba incrementa con un attacco di seconda intenzione. Una serie di errori dei padroni di casa, ben cinque a fronte di efficaci colpi di Pirozzi, Brancaccio ed Ammirati per il 23-18, mettono in difficoltà i salentini. Sale in cattedra Madonna offrendo il suo repertorio: una pipe, un pallonetto per il 24-23 e costringe Zanette a sparar fuori. Pacelli rimette in avanti i suoi (26-25), risponde Brancaccio, poi è il capitano bluceleste a segnare il punto 27, che si concretizza con la vittoria del parziale sulla conclusione out di Ammirati(28-26). Quanta fatica!

II set – Equilibrio fino al 12-12, poi è Pacelli con un mani-fuori a romperlo e D’Alba che si mette in proprio con due muri ed un ace(16-16).Dalla parte opposta Brancaccio, Ammirati  e Madonna ribaltando la gara con un break di +3 che pericolosamente segna un 20-23 per gli ospiti. La reazione a raffica è di Pacelli con quattro affondi che danno ancora la parità (24-24). Si va ai vantaggi ed il primo punto è un pallonetto di Ammirati; Zanette e Buracci pareggiano il colpo di Brancaccio (26-26),Rossetti sfodera un ace tagliente (27-26). E’ un botta e risposta adrenalinico: Ammirati prima riconquista la parità, poi cicca il servizio (28-27) a cui Brancaccio mette riparo con Buracci che risponde d’autorità (29-28). Nemmeno il tempo di iperventilare e Madonna riagguanta il 29-29. E’ un Pacelli stratosferico con una doppia schiacciata (31-29) a portare Galatina sul 2-0 con un totale di dieci punti in questo set.

III set – Avvio deciso della squadra napoletana. Madonna svetta nelle conclusioni (4) mettendosi a ruota Ammirati (3) per un 6-12  che Rossetti e Buracci riescono solo a contenere parzialmente. Mister Monaco brucia i suoi due time out quasi consecutivamente, ma Brancaccio tiene in avanti i suoi (12-17) a cui risponde un doppio Pacelli (16-19). Madonna diventa immarcabile (17-22), ma Zanette e Pacelli rimettono in linea di galleggiamento Olimpia Sbv che si avvale di un gran muro di Gabriele De Micheli su Ammirati per un sorpasso inebriante (24-23). Forse troppo esaltante e al di là della linea del traguardo. Manca la freddezza a Pacelli e Buracci che riportano il punteggio sul 26-25, non manca potenza conclusiva ad Ammirati che porta a casa il set (26-28).

IV set – I due martelli napoletani Brancaccio e Madonna fanno riposare Ammirati e si mettono in proprio  con quattro conclusioni-punto a testa per un 8-10 subito pareggiato da Pacelli e Zanette(12-12). E’ un continuo alternarsi di cambi palla con Zaccaria e Maisto che rilevano Brancaccio e Ammirati da un lato, e Dantoni dall’altro per Zanette al turno di battuta. Gli attacchi dei locali s’infrangono sul muro avversario (19-22), Pacelli tira fuori coraggio e tecnica attaccando una pipe che chiama il punto numero 20, ma poi l’assalto finale premia i napoletani per il decisivo tiebreak.

V set – Mister Libraro fa fruttare la sua panchina di qualità. Parte sempre in P6 con la diagonale Coppola-Ammirati, sfrutta in posto quattro la classe e l’esperienza dell’avellinese Zaccaria (ex Atripalda serie A2) in opposizione a Madonna, colloca Napolitano ed Esposito al centro con Brancaccio e Pirozzi a tirare il fiato in panchina. Galatina è fallosa: la posta in palio appesantisce gambe e braccia. Napolitano e Zaccaria confezionano due ace per un 1-4 che attiva la sospensione richiesta da mister Monaco. Il muro di De Michelis e l’attacco di Pacelli (5-8) aprono al cambio di campo: si ripete il martello molisano (8-9) ma Ammirati dà la sveglia ai suoi. Giganteggia il muro ospite, il servizio diventa più ficcante, Buracci mura Madonna ma è Ammirati a chiudere (10-15) set e gara.

Tanta amarezza a fine gara nel gruppo galatinese che, pur ritrovando compattezza e buona reattività, non ha saputo chiudere una partita con il freddo cinismo che la situazione avrebbe richiesto.

VOLLEY B1/f GIRONE E

RISULTATI (giornata 17): S. Salvatore Telesino-Castellana Grotte 3-0, Terrasini-Pomezia 0-3, Arzano-Baronissi 3-0, Melendugno-F. Schultze ME 3-0, Gesan CF Marsala-Fiammatorrese 3-2. Riposano HUB Ambiente CT e CdPazzi Roma.

CLASSIFICA: Arzano 36 – Melendugno, Farmacia Schultze ME 31 – CdPazzi Roma 29 – Pomezia, Baronissi 26 – S. Salvatore Telesino 20 – Fiammatorrese 18 – Gesan CF Marsala 17 – Castellana Grotte 11 – Terrasini 9 – HUB Ambiente CT 4.

PROSSIMO TURNO (4 mar.): Pomezia-San Salvatore Telesino, Castellana Grotte-Terrasini, Farmacia Schultze ME-Arzano, Baronissi-CdPazzi Roma, Fiammatorrese-HUB Ambiente CT. Riposano Gesan CF Marsala e Melendugno.

Netta affermazione casalinga per la Narconon Melendugno che schianta la resistenza di Santa Teresa di Riva, formazione messinese di alto spessore tecnico, ex seconda forza solitaria del girone H di Serie B1 femminile.

In circa un’ora e mezza, Caracuta e compagne s’impongono in tre set alle rivali e le agganciano al secondo posto in classifica (il Melendugno, però, ha una gara in meno). La capolista Arzano è lontana sei lunghezze. Tra le rossonere, top scorer Maruotti con 23 punti, davanti a Stival con 18. Domenica prossima, turno di riposo.

IL TABELLINO

NARCONON MELENDUGNO-FARMACIA SCHULTZE ME 3-0
(25-22, 25-22, 25-23 – 1h31′)

MELENDUGNO: De Pascalis (L) ne, Troso ne, Maiorano 1, Caracuta 1, Zingoni 1, Oggioni (L), Favero 7, Salimbeni ne, Stival 18, Marra 1, Antignano 3, Maruotti 23. Coach: Napolitano. Ass.: Rotella.

FARMACIA SCHULTZE ME: Gervasi 14, Cecchini 7, Spitaleri, Galuppi (L), Corroux 1, Giacomel 5, Amaturo 1, Franceschinni ne, Murri 10, Nielsen ne, Decandia ne, Bertiglia 10. Coach: Jimenez. Ass.: Prestipino.