Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

VOLLEY A3/m – Marcianise passeggia, per il Galatina una giornata da dimenticare in fretta

Prova incolore quella espressa ieri da una Efficienza Energia Volley Galatina titubante e poco essenziale, che ha lasciato al Marcianise l’intera posta. Senza dar mai l’impressione di poter arginare gli attacchi marcianisani e rimettere in gioco le sorti, il gruppo di mister Stomeo è apparso quasi raffazzonato, con sincronie difensive latitanti e poca incisività in attacco.

Una serata veramente storta, assenza a parte del centrale Dimitrov peraltro ben sostituito dall’under 19 Stefano Pepe, che ha evidenziato una scarsa vena realizzativa attestatasi attorno ad uno striminzito 35% su un totale di 80 attacchi portati a termine.

Avvio di gara zeppo di errori al servizio sui due fronti che avvantaggiano i padroni di casa (7-4). La reazione ospite è bruciante: due break micidiali (7-9 e 9-15) con Carelli e Vetrano sugli scudi fanno volare Marcianise, con il solo Lotito (6 punti in questa frazione) apparso in buona vena. L’imprecisione di Wilmsen  e la regia offensiva di Antonio Libraro incanalano il set (17-22) verso un primo traguardo tutto campano chiuso da una pipe di Tartaglione e da una diagonale di Carelli (18-25).

Nella seconda frazione è l’opposto bluceleste galatinese a costruire un break importante di +4 (12-8, 17-14) a cui si affianca Stefano Pepe che prima mura Carelli e poi va a segno con un efficace primo tempo. Si inaridisce di colpo la vena offensiva di Efficienza Energia; Carelli trascina i suoi, con Enrico Libraro e Ndrecai letali. Tartaglione mura Lotito (19-24) mentre Buracci mandato in campo al posto di Wilmsen, piazza un muro imponente sull’opposto ospite che poi si prende la paternità di chiudere anche il secondo set a favore dei propri colori (20-25).

Scoramento in casa salentina. La squadra è sfaldata, priva di corrispondenza tra muro e difesa, con Ndrecay e Tartaglione che salgono in cattedra (3-7, 11-17). Apollonio rileva Sardanelli per dare più consistenza nel reparto arretrato, Lentini dà il cambio a Lotito e mette a segno il punto (19-23). Ma è il nuovo entrato Faenza con un ace al servizio a chiudere set e gara con una meritata vittoria.

Brutto stop per il gruppo di mister Stomeo che da questa gara doveva trarre il massimo dei risultati. Serviva infatti una vittoria netta per rilanciarsi e rientrare nel gruppo di centro delle contendenti che in cinque punti raggruppa ben sette squadre (Massa, Ottaviano, Sabaudia, Marcianise, Lecce e Casarano),offrendo con una classifica molto allungata la possibilità di rientrare in gioco.

La difficile trasferta di Ottaviano (domenica 14 novembre) potrebbe essere uno snodo per il gruppo capitanato da Buracci e dare una decisa virata verso posizioni più tranquille. La squadra ha necessità di ritrovare serenità e fiducia, non capri espiatori, e i tifosi seppur esasperati dai risultati negativi evitino invettive e contestazioni.

Siamo ancora all’inizio di un campionato che, seppur in salita, darà opportunità ad Efficienza Energia di traguardare posizioni più consone al proprio valore.

IL TABELLINO

EFFICIENZA ENERGIA GALATINA-DIST&LOG MARCIANISE 0-3
(18-25, 20-25, 19-25)

Galatina: Latorre 1, Pepe 5, Wilmsen 10,Galasso 5, Lentini 1, Antonaci 5, Lotito 9, Calò (ne), Apollonio (L), Sardanelli (L), De Lorentis (ne), De Matteis (ne), Buracci 1. All. Stomeo Vice Bray

Marcianise: Vacchiano (L), Bizzarro (L ne), Siciliano (ne), Tartaglione 11, Libraro E. 10, Carelli 14, Montò (ne), Vetrano 7, Ndrecaj 10, Faenza, Libraro A .4.  All. Racaniello Vice Cucciniello.

VOLLEY A3/M GIRONE BLU

Risultati (giornata 5): Galatina-Marcianise 0-3, Aversa-Casarano 3-0, Modica-Aurispa Lecce 3-0, Sabaudia-Palmi 3-1, Aci Castello-Ottaviano 3-0, Marigliano-Tuscania 0-3. Riposa Massa Lubrense.

Classifica: Aversa e Modica 12 – Palmi 11 – Aci Castello 10 – Tuscania 9 – Casarano e Lecce 7 – Marcianise e Sabaudia 6 – Ottaviano 4 – Massa Lubrense 3 – Galatina 2 – Marigliano 1.

Prossimo turno (14 nov.): Tuscania-Modica, Palmi-Aci Castello, Lecce-Aversa, Ottaviano-Galatina, Massa Lubrense-Marigliano, Casarano-Sabaudia. Riposa Marcianise.

(fonte: Piero de Lorentis, US Galatina – foto archivio)