Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

TENNIS – “Io Posso”, a Calimera la seconda edizione del torneo per atleti in carrozzina: tutti i dettagli

Da giovedì 10 a domenica 13 marzo prossimi si terrà la seconda edizione di “Io Posso”, torneo nazionale a tabellone di tennis in carrozzina II Cat. – Fit-Lab 3.11, organizzato dall’Asd Circolo Tennis Calimera e “2He-Io Posso”. Gli atleti si sfideranno nel singolare, nel doppio, nel quad e nella categoria Juniores. Le gare si terranno negli impiento del Circolo Tennis “G. Monosi” in via Verdi 130 a Calimera, che ha quattro campi in terra battuta, di cui due al coperto.

Le categorie ammesse: Maschile, Femminile, Junior e Quad. Il montepremi è di 1.500 euro. Ci si potrà iscrivere, sino a sabato 5 marzo, al prezzo di 30 euro, presso il Ct Calimera o via mail all’indirizzo ctcalimeraasd@alice.it. Info al numero 333-970 2415.

Sabato prossimo, alle 11.30, presso la sede del circolo in via Verdi, si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’evento, alla quale interverranno: il presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva; il sindaco di Calimera, Gianluca Tommasi; l’assessore allo Sport, Giuseppe Mattei; il consigliere regionale Fit, Antonio Baglivo; il delegato Fit Lecce, Elio Pagliara; il presidente dell’associazione Io Posso, Giorgia Rollo; il presidente e il direttore sportivo del Ct Calimera, Umberto Colella e Gilberto Tommasi.

“2He” è l’associazione attuatrice del progetto solidale “Io Posso”, nato sette anni fa per impulso di Gaetano Fuso (1976-2020), salentino, assistente capo della POlizia di Stato, nominato Cavaliere della Repubblica dal Presidente Sergio Mattarella nel 2018. Da una sua idea, supportata dalla moglie Giorgia Rollo e da alcuni amici sostenitori, è nata, nel 2015, la “Terrazza Tutti al Mare”, il primo accesso attrezzato al mare per persone affette da Sla, patologie neuromotorie e altre gravi disabilità, realizzato da “2He-Io Posso” su un tratto della spiaggia libera di San Foca di Melendugno.

Nell’ultimo anno, l’associazione ha anche realizzato il progetto pilota “Resilienza a domicilio”, che ha portato sostegno psicologico nelle case di decine di famiglie colpite da malattia, ma anche Fado (Formazione Assistenti DOmiciliari), il corso teorico per Oss sulle specificità sanitarie dell’Adi per famiglie colpite da Sla o altre malattie con decorso affine. Con Io Posso, l’associazione 2He ha anche avviato un’attività di supporto alla ricerca scientifica sulle terapie genetiche applicate alla cura della Sla. Info su www.ioposso.eu.