Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

BASKET A1/m – Enel Brindisi rialza la testa contro Cantù. Moore e Goss infiammano il PalaPentassuglia

Il Monday Night della ottava di andata si chiude con l’Enel Brindisi vincente su Red October Cantù per 90-82. Fischio di inizio alle 20:45 con Sacchetti che schiera Moore, Goss, M’Baye, Joseph, Carter, Kurtinaitis risponde con Waters, Acker, Pilepic, Darden e Johnson.  Avvio di gara targato Cantù  (4-0) ma la reazione dei locali non si fa attendere.  Gli ospiti interrompono il digiuno mentre il solito M’Baye firma il suo decimo punto. Brindisi sbaglia, Cantù ne approfitta e sul 14-12 coach Sacchetti chiama il prima timeout del match. Al rientro Moore gonfia la retina, Agbelese tiene in difesa. Il play subisce tre falli e conduce i brindisini sul +8. Termina il primo periodo 22-14.

Goss si sblocca dalla lunga, dall’altra parte Johnson  firma punti preziosi (27-22). Sacchetti chiama timeout (6’19”), Moore risponde presente dalla distanza. Cantù dalla lunetta rosicchia punti  ma il numero 11 continua ad essere lucido ed ispirato dai 6.75. Ora è la Red a chiamare sospensione  sul 33-25. Prima una tripla e poi 1/2 dalla lunetta riportano gli ospiti sul -7. I brindisini si riorganizzano e sottoscrivono il massimo vantaggio firmato Moore. Termina il secondo periodo 45-31. Al rientro Enel continua a dettar  gioco amministrando il risultato, Cantù tenta di impensierire i locali dalla lunetta e con un tiro dalla lunga per il -10 ma il play brindisino  risponde con la stessa moneta. Gli ospiti reagiscono e si portano sul -6 (56-50), Sacchetti richiama i suoi. Brindisi guidata da Joseph e Moore vola sul +11 (63-52). Il match è avvincente: per una mini fuga locale è immediata la concreta rimonta ospite. Termina il periodo 67-61.

Ultimi di gara si aprono con una schiacciata di M’Baye, Johnson firma due punti per il -4. Brindisi va in confusione, Cantù si accende. Moore prima e Goss dopo risvegliano  il PalaPentassuglia. Kurtinaitis chiama sospensione  quando il tabellone indica 6’16” alla fine della gara  (76-67). Brindisi  perde palle e Cantù capitalizza. Gli ospiti  si portano sul -4,una tripla impossibile di Goss  a 1’52” dal suon della sirena mette una grossa ipoteca sul match. Cantù lotta fino all’ultimo secondo, Brindisi amministra il risultato. Enel Brindisi batte Red October Cantù 90-82.

Enel Brindisi dopo lo scivolone interno a favore della Germani Brescia ritorna alla vittoria contro una tenace Cantù. Tante ancora le palle perse, troppi i momenti in cui la concentrazione viene meno. Il ritorno di Nic Moore si fa sentire in campo, lucido e preciso ne mette 24 e trascina i suoi alla vittoria. Fondamentale Goss in uno dei momenti topici della gara, la tripla della quasi vittoria ha la sua firma.  M’Baye apparso sottotono, nonostante ciò per lui 20 punti a referto.  La Red October ha avuto il gran merito di lottare fino all’ultimo secondo, di non mollare neanche sul -14. Non sono bastati i 32 punti di Johnson e i 13 di Pilepic per espugnare il PalaPentassuglia. Brindisi rialza la testa e sale a 8 punti, Cantù incassa la quarta sconfitta consecutiva e resta a 4 punti.

***

Enel Basket Brindisi – Red October Cantù: 90-82

Enel Brindisi: Agbelese 4, Scott n.e., Carter 8, Cardillo, Moore 24, Pacifico n.e., Donzelli, M’Baye 20, Joseph 10, Sgobba n.e., Spanghero 4, Goss 18. Coach: Sacchetti
Red October Cantù: Acker, Baparapè, Parrillo 3, Laganà, Pilepic 13, Waters 9, Callahan 5, Kariniauskas 2, Darden 13, Qauglia, Johnson 32, Lawal 5. Coach: Kurtinautis
Parziali: 22-14, 45-31, 67-61, 90-82