Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

foto: archivio
ph: A. Cecere

BASKET A2/m – Nardò da urlo: sbanca Capo D’Orlando ed è salvezza! Il sindaco Mellone: “Una città da Serie A”

La Next Basket Nardò centra la clamorosa salvezza in A2. Un risultato incredibile, se si pensa che il sodalizio neretino è alla prima esperienza in Serie A2 e che, solo fino a pochi mesi fa, sembrava un traguardo davvero difficile da centrare.

La Next passa a Capo D’Orlando in gara 4 della serie playout, battendo l’Orlandina per 86-95 e chiudendo la serie sull’1-3. La partita sembrava aver preso la strada del Salento a metà tempo, con il Nardò in vantaggio di undici punti (37-48), gap allargato a 20 lunghezze nell’ultimo quarto. Amato è immarcabile, specie dalla lunga distanza, ma, negli ultimi spiccioli di gara, la squadra di Michele Battistini comincia a tremare, mettendo a referto solamente cinque punti in sei minuti. L’Orlandina si riporta dai meno venti a meno uno in un batter d’occhio, ma poi il Nardò si rimette in carreggiata e spinto dai canestri di Fallucca, Ferguson e Amato, chiude la serie sul +9 e manda in archivio una stagione sofferta ma, alla fine, piena di soddisfazioni.

Alla gioia neretina partecipa anche il sindaco di Nardò, Pippi Mellone, che, con una nota social, esprime la sua grande soddisfazione: “Come abbiamo sempre detto, Nardò è una città da serie A! Stasera la nostra squadra di basket ha vinto il quarto e decisivo match dei playout con l’Orlandina, guadagnandosi il diritto di giocare un altro – fantastico – campionato di A2. Stare tra i ‘grandi’ è un successo sportivo, economico e sociale. Questo miracolo è frutto del lavoro enorme di una società di coraggiosi e passionali amanti della pallacanestro e della città. Un lavoro che parte da lontano, dalla testardaggine illuminata di Carlo Durante, che nel tempo ha trovato altri, indispensabili e altrettanto coraggiosi, compagni di viaggio. Un miracolo che è merito loro, che è merito del gruppo che lavora intorno al campo, che è merito della squadra e che, ovviamente, è merito di questo signore che vedete in foto. Due mesi fa eravamo spacciati, poi è arrivato lui in panchina ed è iniziata la rincorsa. Ah, si chiama Michele Battistini ed è neretino, neretinissimo. Grazie, stasera tutta Nardò è felice!”.

IL TABELLINO

CAPO D’ORLANDO-NARDÒ 86-95
(26-24, 37-48, 55-72)

CAPO D’ORLANDO: King 14, Bartoli 9, Mack 15, Ellis 22, Traini 23, Diouf, Laganà, Poser 3, Vecerina. Ne: Telesca, Tintori. All. Sussi.

NARDÒ: Fallucca 8, Poletti 15, Ferguson 19, Amato 27, Jerkovic 6, La Torre 4, Thomas 11, Pasqualin, Thioune 5. Ne: Tyrtyshnik. All. Battistini.

Arbitri: Valleriani, Foti, Martellosio.