Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

PODISTICA – Grande entusiasmo per la “8 Ore di Specchia”, trionfi per Nicola Leonelli e Pamela Greco

Grande entusiasmo si è respirato nella 8 Ore di Specchia, corsasi sabato scorso nello splendido borgo sud-salentino. Unanime euforia di atleti locali, pugliesi e da tutta Italia, che hanno dovuto affrontare il gran caldo e la tanta fatica ma che hanno dato spettacolo per i tanti turisti presenti sul circuito.

Tra i 130 iscritti alle tre manifestazioni in programma – la 8 ore, la 44 e la 22 km – c’erano anche runner provenienti da Bologna e dall’Emilia Romagna, da Napoli, da Pescara, dal Veneto, da Torino, tutti entusiasti nel partecipare alla prima 8 ore che fa parte del Challenge delle 15 tappe delle 8 ore, che, sotto l’egida della Fidal, si disputerà in tutta Italia per concludersi a Forte dei Marmi il 31 dicembre prossimo.

La 8 Ore di Specchia è stata vinta da Nicola Leonelli della Manoppello Pescara, che ha sbaragliato la concorrenza, percorrendo 93,5 km su un percorso di 1,4 km circa che ha attraversato tutto il centro storico di Specchia. Tra le donne, netta vittoria e quarto posto assoluto per Pamela Greco (Saracenatletica), che ha corso per 80,5 km. Alla gioia dei partecipanti si aggiunge anche quella degli organizzatori, Raffaele Quarta dell’Atletica Corigliano e Andrea Morrone della Mandra Calimera: sono stati loro a volere fortissimamente questa gara dopo il vuoto lasciato da Acaya 2019. “Sono molto contento della risposta degli atleti della zona, così come di quelli che ci hanno raggiunto partendo da ogni parte d’Italia – il commento di Quarta -. Ringrazio anche l’assoluta disponibilità del Comune di Specchia che ci ha dato il proprio ausilio, e gli sponsor che hanno risposto. Certo, non ci abbiamo guadagnato e sono stati commessi errori che eviteremo nella prossima edizione, ma almeno siamo contenti che si siano divertiti tutti: atleti, turisti e gente del posto”. L’Amministrazione comunale ha già dato il suo benestare per la riproposizione della gara anche nel 2023. L’augurio di Quarta è che anche altre società organizzino gare a circuito per dare al Salento il posto che merita. Molto soddisfatto anche Massimo Faleo del direttivo Club Supermarathon e Iuta che, proprio a Specchia, ha festeggiato la sua 601esima gara tra maratone e ultramaratone: “Do un 9 pieno all’organizzazione, perché si può fare sempre di più e sono certo che alla seconda edizione, ciò accadrà. Senza dubbio, è un’esperienza entusiasmante e da ripetere”.

(foto: il podio femminile e, al centro, Pamela Greco)