ATLETICA – Provinciali Campionati di Società: tutti i nomi dei qualificati alle finali di Bari e Molfetta

"Troviamo un movimento diffuso su tutta la provincia, da nord a sud - dice il presidente Fidal Lecce, Sergio Perchia - di società che promuovono, con grandi sacrifici, l'atletica a fronte della nota e cronica carenza di strutture e disattenzione delle Istituzioni verso una specialità che è la Regina degli sport, ma non ha neanche la considerazione della Cenerentola"

fidal-campionati-societa-lecce-apr-2019-atletica

Foto: alcuni dei giovani partecipanti alle gare

Si sono svolte a fine aprile al Montefusco di Lecce le due giornate di gare per la fase provinciale dei Campionati di Società di atletica leggera, primo vero appuntamento per i giovani atleti delle categorie Ragazzi e Cadetti.

“Uno degli appuntamenti più importanti dell’attività giovanile – dice il presidente Fidal Lecce, Sergio Perchiaper valutare, anche, qual è il lavoro che le società, con i propri tecnici, stanno svolgendo sul territorio. Troviamo un movimento diffuso su tutta la provincia, da nord a sud, di società che promuovono, con grandi sacrifici, l’atletica a fronte della nota e cronica carenza di strutture e disattenzione delle Istituzioni verso una specialità che è la Regina degli sport, ma non ha neanche la considerazione della Cenerentola“.

Per la cronaca, nella categoria Ragazzi si afferma l’Atletica Taviano 97 con 4.766 punti, coi ragazzi allenati da Roger Ingrosso e Biagio Nicoletti, sull’Atletica L. Montefusco Lecce dei tecnici Marco e Pino Felice (4.156 punti). Entrambe le squadre andranno in finale. A punteggio pieno, ma senza entrare nelle 12 migliori società regionali, la Top Runners del tecnico Sandra Buscicchio, la Galatletica Dream Team di Ivan Maccagnano e il Gr. Pod. Duemila Ruffano coi ragazzi allenati da Alessandro Meraglia. Alla fase regionale è possibile anche la partecipazione individuale per chi riesce ad ottenere il minimo previsto nelle varie specialità. In questo caso rientrano i qualificati nei 1.000 mt. Luca Musio (Orient’Atletica Tricase), allenato da Maurizio Sciurti, e Manuel Chirivì (Galatletica Dream Team); nel salto in alto, Nicolò Romano (Abacus Villa Baldassarri) del tecnico Giovanni Dell’Atti, e Paolo Lezzi (Atletica Taviano ’97); nel salto in lungo Giorgio Potenza (Atletica Tricase), seguito da Tonio Diocleziano e Rocco De Giorgi; nei 200 ostacoli, Alfredo Rainò (Atletica Taviano ’97) e da Nicolò Romano (Abacus); nel getto del peso, si qualifica Lorenzo Sireno (Saracenatletica), allenato da Rosario Scorrano e Luca Vitali.

Nella categoria Ragazze va in finale l’Abacus Villa Baldassarri con 5.737 punti, davanti alla Top Runners Lecce (4.990) che ancora non è matematicamente qualificata. Niente qualificazione, invece, per le altre società. A livello individuale, staccano il pass per le finali regionali Alessia Notaro (Montefusco Lecce) sia nei 60 mt., sia nel lungo; nei 300 mt. ok Gioia De Leo (Atletica Tricase); nel lungo si qualificano anche Letizia Gabriele (Saracenatletica) così come Alessandra Leone (Abacus) che ha il minimo anche nell’alto; Vittoria Antico (Top Runners Lecce) gareggerà sia nei 60 sia nei 200 ostacoli; nel peso, infine, ci saranno Alessia Nobile (Abacus) e Ayomide Negro (Saracenatletica).

Ottimo il punteggio della Montefusco Lecce nella categoria Cadetti: con 6.797, il sodalizio vince la fase provinciale e avrà sicuramente buone possibilità di ben figurare e sperare nel podio regionale. A livello individuale si qualificano Andrea Stefanizzi (Podistica Magliese, allenato da Giuseppe Palumbo) sia nei 300 sia nei 1.000 metri; minimo ottenuto, nella distanza più lunga, anche per Graziano Tudisco (Galatletica Dream Team); nel lungo e nel triplo qualificato Diego Bonatesta (Saracenatletica, allenato da Raimondo Orsini) e Matteo Calogiuri (Montefusco Lecce), oltre a Diego Carlino, tesserato per la Grecìa Salentina Martano, col tecnico Saverio Sabina, che ha il minimo solo nel triplo; nei lanci si affermano i ragazzi della Montefusco: Emanuele Nuzzoli nel disco e Giuseppe Antonaci nel martello.

Infine, categoria Cadette: la situazione non è delle migliori. Poche partecipanti e nessuna società riesce a coprire tutte le specialità previste. “Non è facile – dice il presidente Perchia in questa fascia di età nel settore femminile. Il Comitato provinciale cercherà di stimolare tecnici e società promuovendo dei progetti dedicati a questo settore, ma tutti dobbiamo porre maggiore attenzione, ad esempio, sviluppando dei progetti con le scuole e provare ad avere un buon numero di esordienti tra le femminucce che potrebbe essere una buona base per poi farle crescere”. Qualificazione individuale ottenuta da Rita Agnese Rucco (Montefusco Lecce) negli 80 e nei 300 metri; da Arianna Mele (Galatletica) solo nei 300 metri; nel triplo per Paola Ria (Atletica Taviano ’97), allenata da Luigi Primiceri, e da Martina Cremis, tesserata Abacus.

Le fasi regionali si svolgeranno al Bellavista di Bari i prossimi 8 e 9 giugno, per i Ragazzi, e a Molfetta, il 22 e 23 giugno, per i Cadetti.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati