Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

foto: M. Baroni
ph: Coribello/SS

LECCE – Sticchi Damiani: “Ricostruire i dialoghi in sala Var per distribuire le responsabilità”. Baroni niente panchina a Salerno

Oltre al danno, la beffa. Il Lecce, nella trasferta di venerdì sera a Salerno, non avrà in panchina il suo mister Marco Baroni, squalificato per un turno dal Giudice sportivo per aver proferito un’espressione blasfema nel post-gara di Lecce-Monza. In panchina, quindi, all’Arechi, ci andrò il suo vice, Fabrizio Del Rosso.

A proposito di Salernitana: ben più pesante l’assenza per i granata che, contro il Lecce, dovranno rinunciare al loro difensore e capitano Federico Fazio, squalificato per un turno e multato di 5mila euro più altri 1.500 per proteste.

Intanto, lunedì sera, intervenendo durante Piazza Giallorossa, trasmissione di approfondimento sportivo in onda su Telerama, il presidente giallorosso, Saverio Sticchi Damiani, ha toccato diversi tempi, ritornando sui torti arbitrali subiti domenica col Monza. “Per distribuire le responsabilità – ha dichiarato – sarebbe utile ricostruire i dialoghi avuti tra arbitro in campo e sala Var: il tutto non per fare dietrologia, ma per amor di verità. In questi anni abbiamo costruito un rapporto sereno e collaborativo con la classe arbitrale, ma i due errori sono oggettivi e macroscopici e ciò viene confermato da tutti. Ora come club vogliamo vedere che conseguenze avranno questi due errori sui diretti interessati. I punti persi ieri non ce li restituirà nessuno, ma per essere rispettati – come siamo su tutti i tavoli – abbiamo degli strumenti che ci fornisce il sistema. La cosa importante è che questi episodi provochino voglia di andarci a riprendere il maltolto sul campo”.