Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: R. D'Aversa
copyright: Coribello/SalentoSport

LECCE – Stangata per D’Aversa, Petardi e fumogeni, superata quota centomila euro di multe

Severa punizione per l’ex allenatore del Lecce, Roberto D’Aversa, per la (lieve) testata inferta nei confronti del calciatore del Verona, Thomas Henry. Il tecnico abruzzese sarà fermato per quattro giornate, da scontare non appena sarà sotto contratto con altra società. In aggiunta, diecimila euro di ammenda.

Brutte notizie anche per il Lecce. Intanto, si è superata la ragguardevole somma dei centomila euro di ammende per petardi, fumogeni e simili. Dopo Lecce-Verona, il Giudice sportivo ha punito il club salentino con altri ottomila euro “per avere, suoi sostenitori, nel corso della gara ed al termine di essa, lanciato nel recinto di gioco tre petardi, tre fumogeni e numerose bottligliette di plastica”. Il totale delle ammende ricevute nel campionato in corso tocca 106mila euro. In due campionati, fanno 176mila euro. Restiamo speranzosi di una netta presa di posizione della società contro questi sciagurati atti di parte della tifoseria. A Salerno non ci sarà Lameck Banda ma nemmeno il salernitano Kastanos.

Altre ammende. Duemila euro al Genoa e al Sassuolo. Sanzioni a calciatori: una giornata per Thomas Henry (Verona), Nehuen Perez (Udinese), Lameck Banda (Lecce), Giacomo Bonaventura (Fiorentina), Thomas Doig e Kristian Thirstvedt (Sassuolo), Jacopo Fazzini (Empoli), Grigoris Kastanos (Salernitana), Stefano Sabelli (Genoa),