SERIE C – In serie utile da sei gare, cerca punti salvezza con i gol del grande ex Corvia: il Racing Fondi di Mattei

I rossoblù non perdono da inizio ottobre: solo il Lecce ha fatto meglio. In rosa tanti nomi dal passato illustre

racing-fondi-racingfondi.it

Foto: (©racingfondi.it)

Ultima gara prima del turno di riposo per il Lecce di Fabio Liverani, che domani sarà impegnato sul campo del Racing Fondi allenato da Antonello Mattei. La formazione rossoblù è probabilmente, tra quelle di bassa classifica, quella più difficile da affrontare in questo momento per i giallorossi, poiché reduce da un periodo d’oro che l’ha portata a infilare ben sei risultati utili di fila. C’è solo una squadra che detiene, al momento, un filotto migliore, e questa è proprio quella salentina, chiaro segnale di come la sfida del Purificato abbia tutte le carte in regola per risultare avvincente quasi come fosse uno scontro diretto nei quartieri alti della classifica.

Fresco di cambio di denominazione dopo la fine della mini-era Unicusano, la Società Sportiva Racing Club Fondi è al suo secondo anno in terza serie, quinto totale tra i professionisti. La sua storia è infatti per lo più fatta di Serie D (poca) e campionati regionali laziali (tantissimi), l’ultimo dei quali risalente all’Eccellenza Lazio 2008/2009. Lo sbarco nel grande calcio, almeno in relazione alla piccola realtà della cittadina in provincia di Latina, ha dato la possibilità al sodalizio fondano di misurarsi con alcune delle più importanti piazze del calcio meridionale, tra cui naturalmente il Lecce, affrontato in due occasioni nella passata stagione. Nella gara d’andata, ovviamente l’unica disputata dai giallorossi in quel di Fondi, i ragazzi di Padalino gettarono alle ortiche i tre punti dilapidando il doppio vantaggio firmato Torromino e Pacilli e facendosi raggiungere in pochi minuti dai gol di Squillace e Bombagi, rischiando anche di perdere nella ripresa in seguito al rosso al portiere Bleve che ha costretto tra i pali Marco Mancosu. Senza storia il match di ritorno nel Salento, dove i ragazzi di casa si imposero con un secco 2-0 con centri di Maimone e ancora Torromino, il quale ha dimostrato dunque buon feeling con i colori rossoblù.

Quella passata è stata un’estate particolare per il calcio fondano, che ha rischiato di sparire dopo l’addio dell’importante sponsor Unicusano in direzione Terni. Il disimpegno di Bandecchi e la conseguente smobilitazione ha attirato l’attenzione dell’attuale proprietario Pezone, ex presidente del retrocesso Racing Roma. L’imprenditore sembrava tuttavia intenzionato più al titolo che alla piazza, visto che il suo obiettivo pareva essere quello di far confluire in un’unica realtà societaria Fondi, Racing Roma e Latina (neo retrocesso in C ma fresco di fallimento), con conseguente spostamento del club nel capoluogo al fine di salvarvi il professionismo. Il tutto è stato bloccato dalla FIGC, la quale non considerava leciti tali vorticosi cambiamenti, e il Racing ha mantenuto così il luogo in cui il titolo sportivo era situato.

Tutte queste tribolazioni societarie non hanno certo favorito il progetto sportivo e la preparazione del campionato da parte del tecnico chiamato in causa, il Principe Giuseppe Giannini. L’ex 10 del Lecce, dopo l’illusorio pari in avvio a Catania, ha incassato 3 ko di fila che gli sono costati la panchina. Al suo posto è stato chiamato Antonello Mattei, già vice dello stesso e del suo predecessore, il pirotecnico Sandro Pochesci. Mattei, passato da allenatore nel Racing Roma e nelle giovanili della Roma, dopo un inizio in sordina ha iniziato a macinare punti e risultati prestigiosi (vedi vittorie con Trapani e ad Andria), tanto da riuscire a risultare la seconda squadra più in forma del campionato dopo il Lecce e soprattutto risalire la classifica fino all’attuale quattordicesimo posto, avvicinandosi dunque all’obiettivo-salvezza tranquilla. I rossoblù fanno certamente della difesa il loro punto di forza, come dimostrano gli appena 16 gol subiti (come il Lecce, non male considerando che 6 erano stati subiti solo nelle prime 4 gare), di cui solo uno nelle due gare con Catania e Trapani, principali rivali dei giallorossi in campionato nonché primo e terzo attacco dello stesso.

Rosa alla mano, il Racing Fondi è compagine che può tranquillamente ambire all’obiettivo preposto, visto i tanti nomi di qualità ed esperienza, ma anche i giovani che si stanno mettendo in mostra, a disposizione di Mattei. Tra i pali sta sorprendendo l’albanese Elezaj, scuola Juve e con presenze nelle Under del suo Paese. In difesa è rimasto Galasso, a cui sono stati affiancati gli esperti Vastola (lunga trafila in B tra Avellino e Lanciano) e Ghinassi e i giovani Paparusso e Maldini, quest’ultimo figlio e nipote d’arte. Chiavi del centrocampo affidate ancora a De Martino, assieme al quale agisce l’ex Gallipoli Lazzari, reduce da ben undici stagioni di fila tra i cadetti. L’attacco, ad eccezione di Addessi e Mastropietro (autore del gol del clamoroso pari locale in un Lupa Castelli Romani-Lecce di due anni fa) è pregno di nomi decisamente altisonanti per una squadra che punta solo a salvarsi: Nolè, De Sousa, Ciotola e soprattutto Daniele Corvia. L’attaccante romano, alla prima stagione in terza serie della sua carriera, sarà l’ex più atteso dell’incontro, viste le 107 presenze e i 34 gol (corredati di ben due promozioni) sommati con la maglia del Lecce.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati