Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

foto: Sansone marcato da Thiaw in Lecce-Milan
ph: Coribello/SS

LECCE – Sansone: “Pensiamo al Verona, spero di segnare. Bisogna vincere, ne abbiamo bisogno”

Nicola Sansone, un gol e due assist in sei scampoli di partite sin qui giocate col Lecce, ha parlato oggi in sala stampa.

“È stato un peccato non vincere la partita col Milan per un episodio così. Dopo quella partita abbiamo staccato due giorni, non sapevo nemmeno delle multe ricevute dalla società, e, alla ripresa, non ne abbiamo più parlato. Dobbiamo guardare avanti pensando alla partita col Verona che sarà ancora più importante. Fisicamente e mentalmente sto molto bene, spero di continuare così. Nello spogliatoio sono a disposizione di tutti, cerco di essere sempre me stesso, di divertirmi e di divertire. La cena promessa da Piccoli? È stato di parola e mi ha portato anche in un posto buono, con lui ho un buonissimo rapporto che si è creato naturalmente, speriamo di crearne altri simili. Le partite con Verona, Bologna ed Empoli? Le prepareremo come sempre, con grinta e concentrazione, ogni partita è diversa e non cambia il modo di approcciarsi a seconda di chi affronti, una piccola o una grande squadra. Bisogna vincere, ne abbiamo bisogno. Questa sosta sarà importante per chi ha bisogno di riposare un po’ e per chi ha bisogno di lavorare di più. Il mio obiettivo di gol a fine campionato? Pensiamo al Verona, spero di segnare all’Hellas, magari in rovesciata, è il tipo di gol che ancora mi manca e prima di chiudere la carriera vorrei segnarne uno così. Quando è arrivata la chiamata del Lecce, Corvino mi ha subito convinto, per me era importante rimanere in Serie A e, per la mia famiglia, restare in Italia, anche se dall’estero mi sono giunte offerte economicamente più vantaggiose. Corvino non mi ha mandato foto, ma forse era destino l’aver chiuso la scorsa stagione al Via del Mare e poi cominciare la stagione sempre qui. Nel nostro gruppo ci sono tanti elementi giovani e forti, anche esperti, dei leader. È un bel gruppo. Chi mi ha sorpreso di più? Se devo fare dei nomi, dico Falcone, che è un grande portiere; Dorgu, un ottimo elemento; Gonzalez, che ha delle grandi possibilità”.