LECCE – Le pagelle: Cosenza è un gigante. Anche Costa Ferreira sugli scudi, Di Piazza impreciso

Caturano sbaglia e si rifà, i centrocampisti orchestrano bene. Bifulco è il migliore di un Monopoli che va a sprazzi

Foto: Pedro Miguel Costa Ferreira (©Michel Caputo)

Le pagelle di Lecce-Monopoli

LECCE:

Perucchini 7 – Sempre sicuro, sempre attento, con un due super parate tiene al sicuro un successo mai in discussione anche grazie a lui. La sporadica insidiosità del Monopoli da ancora più valore ai due interventi su Genchi (si era ancora in parità) e Sounas (con il Lecce avanti 1-0). Non miracoli comunque parate decisive a coronare una prestazione perfetta con le mani e con i piedi

Lepore 6 – Nuovamente in crescita dopo la brutta gara di Pagani. Stavolta spinge con maggiore oculatezza per non lasciare spazi scoperti, e la difesa ne trae grande giovamento. Certo, i suoi traversoni si contano con le dita di una mano e clamorosamente (per uno come lui, non certo per il ruolo che ricopre) non tira mai, optando per restare maggiormente all’erta su Donnarumma, ma la missione alla fine si può dire compiuta

Cosenza 8 – Per distacco il man of the match. Il temibile Genchi dalle sue parti la tocca mezza volta e da posizione defilata, mentre nel resto del match sono solo briciole per gli avversari tra contrasti stravinti e una marea di conclusioni respinte con il corpo. Nella sua gara spiccano il gol che apre al successo giallorosso frutto di un imperioso stacco in mezzo a tre avversari e una chiusura in scivolata su Sounas lanciato a rete che fa esplodere il Via del Mare

Riccardi 6 – Detto che al fianco di Cosenza quest’oggi c’era da dormire davvero sogni tranquilli, il giovane centrale riesce comunque a guadagnarsi la pagnotta in autonomia vincendo quasi tutti gli uno contro uno del suo match, che sono stati pochi a dir la verità. Preciso e sicuro palla al piede, non soffre mai Souare che annulla agevolmente. Nella ripresa però buca due volte di testa, creando scompiglio nella propria area. Per sua fortuna i compagni sbrogliano

Ciancio 6 – Aveva lasciato il Via del Mare con un eurogol contro la Reggina, ecco perché la sua prova paragonata a quella di un mese fa è quantomeno sottotono. Servito tantissimo nel primo tempo, non va oltre due cross comunque buoni non sfruttati dagli avanti giallorossi. La sua ripresa è solo difesa e dura poco, visto che è presto sostituito da Di Matteo

Armellino 6,5 – Tra i più attivi dell’ottimo inizio gara salentino, gioca tantissimi palloni duettando con Lepore e Costa Ferreira. Non riesce a sfruttare un paio di ottime opportunità di testa e calcia poco verso la porta di Bifulco, prediligendo con costanza l’allargamento sulle fasce. Nella ripresa il calo è visto e viene richiamato in panca

Arrigoni 6,5 – Le sue qualità da regista completo vengono fuori con vigore contro il Monopoli, il cui centrocampo gli concede troppo spazio nel primo tempo. E’ così che riesce ad impostare con precisione, sbagliando una sola verticalizzazione per Di Piazza ma completandone diverse, è il principale protagonista dei calci piazzati e va anche al tiro da fuori. Al tempo stesso, le sue chiusure difensive sono sempre efficaci, e soffre solo nella mezz’ora finale quando le energie calano un po’

Mancosu 6,5 – Può fare molto di meglio, questo sicuramente, ma anche quando è poco più che a metà servizio la sua classe si sente eccome. Subito vicino al gol in un paio di occasioni, quando accelera lascia di sasso la mediana biancoverde, e solo la poca precisione dell’attacco locale non consente al sardo e compagni di andare all’intervallo abbondantemente sopra. L’abbassamento del baricentro giallorosso nella ripresa non gli consente di fare il suo gioco, pur mantenendo buono il livello di palleggio offensivo

Costa Ferreira 7 – A sorpresa Liverani sceglie lui e non Pacilli o Tsonev per il ruolo di trequartista. Non al top della forma, non certo reduce da un avvio di campionato da ricordare, il portoghese riesce un po’ a sorpresa a ergersi a protagonista della manovra offensiva salentina. E’ vero, non tira mai (anche perché continuamente braccato), ma calcia il corner del vantaggio e mette sulla testa di Caturano la palla del raddoppio, oltre metterci lo zampino in quasi tutte le tante palle-gol create dal Lecce. Ritrovato

Caturano 6,5 – Agguanta con cattiveria ed impegno non solo il ritorno al gol (bella inzuccata sul secondo palo), ma anche una sufficienza piena che mancava da un po’. La sua non è una gara facile, complice la non perfetta intesa con Di Piazza e il rientro dall’inizio dopo quasi due mesi. A rendere tutto più semplice c’è stato, oltre al grandissimo spirito di sacrificio per i compagni, anche gli assist degli stessi, che solo una volta ha malamente sprecato, mentre in tre casi ha trovato l’opposizione di un ottimo Bifulco fino alla gioia finale

Di Piazza 5,5 – Anche stavolta il capocannoniere giallorosso resta a secco, e non è questa la nota dolente della sua gara. A differenza di altre occasioni si mostra talmente impreciso e frettoloso nel controllare la palla da non riuscire nemmeno a inquadrare, e in alcuni casi a concludere verso la porta avversaria, fallendo almeno tre grandissime potenziali opportunità. Bene invece sotto il profilo del gioco di squadra in fase di ripiego, come richiestogli da mister Liverani. Esce per un problema muscolare

Di Matteo 6 – Torna in campo dopo l’infortunio di medio corso e dimostra buona gamba. Non è al top e la scelta iniziale di Liverani è presto compresa. Riesce comunque a rendersi utile nella mezz’ora conclusiva

Tsonev 6,5 – Complice uno stato di forma fisica non perfetto Liverani lo fa tornare in panchina dopo un’eternità da titolare. La verve da spacca-partite non gli è per nulla passata, e dopo il suo ingresso in campo il Lecce ritrova smalto e voglia di attaccare grazie anche e soprattutto alle sue giocate

Torromino 6,5 – Assieme a Tsonev è il più attivo della seconda frazione. Ferrara sulla linea di porta gli nega il gol, che sfiora anche con un bellissimo diagonale volante poco dopo, senza dimenticare l’assist perfetto per Caturano che spreca da due passi. Molto più di quanto fatto con Fondi e Paganese messe assieme

Marino sv

Megelaitis sv

All. Liverani 7 – Un Lecce frizzante che ritrova smalto e vittoria dopo un mese, pausa inclusa e complice. Il tecnico ha strigliato a dovere la sua squadra, che con il Monopoli si presenta volenteroso ma al tempo stesso accorta, con gli unici errori che risultano essere di natura prettamente tecnica e non tattica, vedi gli stop sbagliati e la misura nelle conclusioni che ha negato la goleada. Per il resto gli ingredienti che hanno reso ottima la prestazione di questa domenica ci sono tutti

MONOPOLI

Bifulco 6,5 Ricci 5 Ferrara 6 Bacchetti 6 Bei 5,5 Zampa 6 Scoppa 6 Sounas 6 Donnarumma 5,5 Souare 5 Genchi 5,5 Sarao 5,5 Mavretic 6 Mercadante 6 Rota sv Paolucci sv All. Tangorra 5,5

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati

  • LECCE – Corini: “Felice ed orgoglioso della prova dei ragazzi. Mancato il guizzo per vincerla”

    Tutto sommato è un mister Eugenio Corini soddisfatto quello che analizza il pari interno contro il Pordenone. Queste le parole ex Brescia al termine dell’esordio stagionale. BUONA PRESTAZIONE – “È stata una prestazione buona. Nei primi 15 minuti eravamo troppo nervosi e questo ha consentito al Pordenone  di essere pericoloso. Piano piano però la squadra…

  • listkowski-marcin-lecce-pordenone-260920-ss-cori LECCE – Listkowski prova subito a lasciare il segno, Mancosu e Petriccione sottotono: le pagelle del pari interno con il Pordenone

    LE PAGELLE DI LECCE PORDENONE Gabriel voto 6,5: provvidenziale su Ciurria in avvio di gara, attento e ben posizionato sulla conclusione di Mallamo nella ripresa. Per il resto si conferma estremo difensore dalla grande affidabilità, ricominciando la nuova stagione da dove aveva interrotto quella passata. Calderoni voto 5,5: spesso dalle sue parti tende ad allargarsi…

  • LA CRONACA – Lecce, esordio a velocità ridotta. Con il Pordenone giusto pari a reti bianche

    Si approccia con uno 0-0 non particolarmente entusiasmante il Lecce al nuovo campionato, bloccato dal Pordenone che non ha rubato nulla. Gambe pesanti ed idee confuse per i ragazzi di Corini, che alla lunga sono entrati in gara ma non facendo nulla di straordinario per vincerla. La classifica dei salentini si muove così con un punto. Scelte…

  • lecce-via-del-mare-stadio-180819-ss LIVE! LECCE-PORDENONE, il tabellino

    LIVE! LECCE-PORDENONE, il tabellino Lecce, stadio “Via del Mare” sabato 26 settembre 2020, ore 14 Serie B 2020/21  – giornata n. 1 LECCE-PORDENONE 0-0  RETI: – — FINALE — LECCE (4-3-3): Gabriel – Zuta, Lucioni, Meccariello, Calderoni – Henderson, Majer, Petriccione – Mancosu (85′ Adjapong), Coda (72′ Dubickas), Listkowski. A disp. Bleve, Milli, Rossettini, Pierno, Gallo,…

  • serie-b-generica SERIE B – Risultati 1ª giornata, classifica e prossimo turno

    SERIE B – Risultati 1ª giornata, classifica e prossimo turno — RICARICARE LA PAGINA PER GLI AGGIORNAMENTI —  PROSSIMO TURNO (Serie B – giornata n. 2) sab. 03/10 h 14.15: Chievo-Salernitana; h 16.15: Ascoli-Lecce, Empoli-Monza, LR Vicenza-Pordenone, Reggina-Pescara, Spal-Cosenza, Venezia-Frosinone, V. Entella-Reggiana; dom. 04/10 h 15: Pisa-Cremonese; h 21: Cittadella-Brescia – (in collaborazione con calciowebpuglia.it)