Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

VIRTUS FRANCAVILLA – L’Andria spaventa il “Fanuzzi”, ci pensa Saraniti a scacciare i fantasmi

La Virtus Francavilla si conferma schiacciasassi al “Fanuzzi”. Ma che fatica per avere la meglio sulla Fidelis Andria. Il 2-1 finale punisce oltremodo la formazione di Papagni che, soprattutto per quanto mostrato nel primo tempo, avrebbe meritato di tornare a casa con un punto. D’Agostino si gode Saraniti: tre conclusioni verso la porta avversaria per l’attaccante siciliano, due gol ed uno mancato per centimetri. Un killer.

Primi venti minuti di buona intensità ma i pericoli per i due portieri latitano. Le conclusioni di Piccinni, dal limite, e di Curcio, su punizione, sono interessanti ma non spaventano Albertazzi. Al 22’ la Fidelis mette la freccia: Nadarevic spedisce in area un pallone con il contagiri, Lattanzio impatta di testa e insacca all’angolino basso. Al 26’ Andria vicina al raddoppio con Nadarevic che disegna una traiettoria letale su un calcio di punizione laterale, Albertazzi è beffato ma il palo lo salva. La sfera arriva a Tiritiello, colpo di tacco del difensore azzurro, il portiere virtussino blocca. Del Francavilla non c’è traccia. La formazione di D’Agostino manca di brio ed idee, contenuta senza difficoltà dall’undici di Papagni. Sul finire di frazione, cross di Folorunsho, Prestia incorna deciso, Maurantonio è reattivo e manda negli spogliatoi in vantaggio i suoi.

Avvio di ripresa che vede l’inerzia del match cambiare nel giro di due minuti. Al 10’ capolavoro di Saraniti: l’attaccante controlla in palleggio il pallone in area, aggira col corpo Rada e scarica un fendente mancino sotto l’incrocio dei pali. Nulla da fare per Maurantonio, 1-1 al “Fanuzzi”. Un minuto e Matera, ingenuamente, reagisce colpendo Saraniti sotto gli occhi del signor Miele che gli mostra il rosso diretto. La compagine di casa, allora, prova a condurre le operazioni con maggiore convinzione. Al 25’ splendido duetto volante tra Albertini e Folorunsho, l’ex Lazio pesca sul secondo palo Saraniti il quale, da zero metri, mette incredibilmente sul fondo in spaccata.

A dieci dal termine, il Francavilla attua il sorpasso. Cross di Monaco, Saraniti colpisce di testa in tuffo, Maurantonio è disastroso e perde il pallone dalle mani, regalando di fatto la doppietta all’attaccante. La Fidelis chiude il match in nove uomini: sotto la doccia anzi tempo finisce anche Tiritiello, punito col rotto per aver colpito duramente Saraniti. Ma i federiciani non mollano ed in pieno recupero Croce, con una carambola azionata da Minicucci, costringe Albertazzi alla prodezza. Passato lo spavento, vola la Virtus di D’Agostino che si riprende il quinto posto solitario a quota 28 punti.


Brindisi, stadio “F. Fanuzzi”
Domenica 17 dicembre ore 18.30
Serie C 2017/2018 girone C – 19a giornata

VIRTUS FRANCAVILLA-FIDELIS ANDRIA 2-1
Reti: 22’ Lattanzio (FA), 55’ e 79’ Saraniti (VF)

VIRTUS FRANCAVILLA: Albertazzi; Pino, Prestia, Abruzzese; Albertini, Folorunsho, Monaco, Sicurella, Agostinone; Madonia (76’ Viola), Saraniti (90+2’ Rossetti). A disposizione: Battaiola, De Toma, Buono, Biason, Valotti, Colonna, Diagnè, Delvecchio, Di Nicola, Mastropietro. Allenatore: D’Agostino

FIDELIS ANDRIA: Maurantonio; Rada, Celli (86’ Barisic), Curcio; De Giorgi, Piccinni, Maera, Tiritiello; Lattanzio (75’ Croce), Nadarevic (58’ Esposito), Scaringella(75’ Minicucci). A disposizione: Cilli, Pipoli, Colella, Barisic, Ippedico, Di Cosmo, Paolillo. Allenatore: Papagni

Arbitro: Davide Miele di Torino (Cantiani-Cantafio)
Note – Ammoniti: Lattanzio, Nadarevic, De Giorgi, Piccinni (FA), Prestia (VF). Espulsi: 56’ Matera (FA) per fallo di reazione, 89’ Tiritiello (FA) per gioco falloso. Recupero: 0’pt, 4’st.