LECCE – Padalino, non solo applausi ai suoi: “Bellissima vittoria, ma troppi gol sbagliati”

Il tecnico giallorosso parla della vittoria sul Melfi, contento della prova ma molto meno delle tante palle-gol sprecate

padalino-pasquale-lecce

Foto: Pasquale Padalino

Entusiasta per la prova dei suoi che ha garantito di inaugurare il 2017 con una grande vittoria, il tecnico giallorosso Pasquale Padalino ha parlato nel postpartita di Lecce-Melfi per analizzare il match.

Padalino ha espresso la sua contentezza per aver vinto una gara non facile: “Rispetto a quanto creato, il punteggio non ci soddisfa pienamente. Inoltre anche dopo vittorie del genere non vogliamo sottovalutare aspetti su cui dobbiamo migliorare. Al tempo stesso, ci prendiamo questi tre punti importanti perché arrivati dopo la lunga sosta contro una squadra che aveva ritrovato entusiasmo dopo gli acquisti e motivazioni venendo a giocare a Lecce. Noi però siamo stati bravissimi rispondendo alla grande sul piano dell’adrenalina e della voglia, nonostante la lunga pausa. Ci è mancato sicuramente un po’ di cinismo, perché se non chiudi le partite rischi che alcuni episodi ti rovinino i piani, come stava quasi per accadere anche a causa delle decisioni arbitrali”.

E’ poi entrato nello specifico dell’operato del direttore di gara: L’arbitro ha alimentato nervosismo, rischiando addirittura di compromettere il risultato finale. Non per mettere pressione o addossare colpe, perché anzi serve maggiore collaborazione per rendere il suo lavoro più semplice, ma davvero il direttore di gara ha più di una volta compromesso il modo in cui stavamo giocando, ovvero dominando su tutti i piani”.

In conclusione, la sua opinione su alcuni elementi della rosa, compreso il nuovo acquisto: “Abbiamo dato a Bleve la responsabilità di difendere i pali perché abbiamo fiducia nelle sue qualità, e ha fatto bene. Come lui anche Arrigoni e Contessa, ma non solo perché oggi davvero tutti hanno fatto il loro dovere. Se ho scelto i titolari per esigenze di mercato? No, perché tutti coloro che sono a mia disposizione li considero pienamente utilizzabili. Poi, certo, ci sono dinamiche di altro tipo che vanno comunque gestite. Per quanto riguarda l’acquisto di Costa Ferreira, mi aspetto che ci porti qualcosa di importante, viste le sue qualità e quanto bene ha fatto anche in Serie B. Ora però pensiamo a queste due trasferte complicate , a partire da quella di Catanzaro”.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati