LECCE – Mercato, Meluso alla ricerca di un bomber. La Mantia: “La concorrenza è stimolo in più”

La punta di Marino è pronta all'esordio assoluto nella massima serie: "Sono contento di esserci arrivato dopo l'impresa compiuta con questa maglia addosso"

Foto: Andrea La Mantia

Mentre va avanti il lavoro sul campo dei ragazzi di Liverani in quel di Santa Cristina, il Lecce si muove in parallelo sul fronte mercato. Come più volte dichiarato dai diversi esponenti del club giallorosso, c’è una rosa da completare, in primis nel reparto offensivo.

Lo stesso tecnico, ai microfoni di Sky Sport ha ammesso che “la squadra è ben costruita e con l’entusiasmo e l’organizzazione può colmare il gap con le avversarie. Ma in zona offensiva serve una punta dai gol pesanti, abituata a giocare un certo tipo di partite? Yilmaz, lo seguiamo. Non è però la sola alternativa”.

E sempre oggi ha parlato proprio uno dei futuri protagonisti nell’attacco del Lecce in Serie A, Andrea La Mantia. Il miglior realizzatore della passata stagione ha espresso la sua opinione circa l’esordio in massima serie: “Siamo vogliosi di iniziare questa nuova avventura, che ci vede protagonisti nel massimo campionato, che rappresenta un sogno per ogni calciatore. A livello personale sono carico e, dopo lo scorso campionato, ho maggiore consapevolezza nei miei mezzi. Il mio obiettivo quest’anno è quello di migliorare sotto tutti i punti di vista, non basterà quello che ho fatto nello scorso campionato. Ora il gradino è molto più alto. Quattro anni fa ero in Serie C e guardando indietro potevo solo sognare un giorno di poter calcare il palcoscenico della serie A. Ho avuto la fortuna a 27 anni di poter vestire la maglia giallorossa e realizzare questa impresa. Differenza tra A e B? La qualità dei giocatori e l’aspetto fisico”.

Nel reparto avanzato è arrivato Lapadula, e ora la concorrenza aumenta: “E’ un ottimo giocatore, con grandi qualità che può ricoprire diversi ruoli in attacco. Dopo questi primi giorni devo dire che con Gianluca mi trovo molto bene anche fuori dal campo e questa è una piacevole sorpresa.  Concorrenza? Ho avuto modo di dirlo anche l’anno scorso, questo aspetto rappresenta per me solo uno stimolo a fare sempre meglio. Sappiamo che la Serie A è un campionato estremamente difficile ed è giusto che in squadra ci siano più giocatori di livello per ogni ruolo. Alla fine giocherà chi sta meglio e avrà dimostrato di meritare di scendere in campo. Per le mie caratteristiche credo di rendere meglio da prima punta, però, come ho dimostrato nello scorso campionato sono a completa disposizione del mister e della squadra e posso adattarmi a tutte le esigenze”.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati