LECCE – Majer e Farias ci mettono il cuore, Tachtsidis e Rispoli in giornata no: le pagelle giallorosse

Passo indietro rispetto a Torino per tutta la squadra, di fronte ad un avversario di assoluto livello e in lotta per le posizioni altissime della classifica

Foto: P. Tachtsidis (@SalentoSport/M. Caputo)

LECCE-NAPOLI, le pagelle

Gabriel voto 6: il nuovo regolamento lo tradisce in occasione del rigore parato ad Insigne, incolpevole invece su tutte e quattro  le marcature partenopee.

Rispoli voto 5: quasi mai in partita, non riesce a tenere botta alle sortite offensive azzurre, senza mai incidere nella metà campo avversaria.

Dal 70′ Benzar voto 5: cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia e quindi, come il compagno di reparto Rispoli, non riesce mai ad arginare le offensive napoletane.

Lucioni voto 6: fino a quando può, lotta per tenere in piedi la baracca, cala però con il passare dei minuti; sfiora anche il gol con una buona incornata.

Rossettini voto 5,5: come capitan Lucioni prova a tenere botta con un po’ di mestiere, ma quando gli avanti avversari si attivano l’esperienza sembra non bastare.

Calderoni voto 5,5: in leggero ritardo in occasione del vantaggio napoletano, ci mette impegno e tanta corsa, ma in gare così serve altro.

Majer voto 6: in mezzo al campo è sempre l’ultimo a mollare, corre e morde provando sempre a mettere pezze a fuoco dove servono; quantità e tanta generosità.

Tachtsidis voto 5: spesso impreciso in fase di costruzione, non riesce quasi mai a schermare le offensive avversarie; da un suo fallo di mano nasce il rigore che probabilmente chiude virtualmente il match.

Dal 46′ Petriccione voto 6: entra in campo ad inizio ripresa al posto di Tachtsidis e quantomeno riesce a costruire meglio, rendendo più fluida la fase di distruzione giallorossa.

Tabanelli voto 5,5: riconfermato dopo la buona prestazione di Torino, sembra soffrire la gamba e la vivacità della mediana del Napoli, girando a vuoto per troppo tempo, nonostante la grande generosità; il palo gli nega la gioia del gol.

Mancosu voto 6: gira sulla trequarti provando sempre a trovare la giocata giusta, che però non sembra arrivare mai; nel primo tempo impegna Ospina con una buona conclusione, nella ripresa trasforma con freddezza il rigore dell’1-3.

Falco voto 5,5; un passo indietro rispetto alla prestazione di Torino; nella prima frazione non riesce a trovare lo spunto giusto, nella ripresa ci prova con qualche buono spunto e poco più; per la definitiva consacrazione servirebbe riuscire ad incidere anche in match come questo.

Dal 65′ Lapadula voto 5,5:  nel giudicare le sue prestazioni si rischia di essere spesso ripetitivi, ma l’ex Milan, anche questa volta, non riesce ad abbinare il tanto impegno e spirito di sacrificio a qualcosa di utile e incisivo.

Farias voto 6: in una gara non certamente semplice per lui, prova sempre ad essere un riferimento per i suoi compagni, facendosi vedere e provando a prendersi qualche responsabilità; suo l’unico tiro in porta della prima frazione.

Liverani voto 5,5: sorprende un po’ tutti affidandosi ad una soluzione offensiva priva di punti di riferimento, scelta che, visto l’andamento del match, non lo ripaga.

NAPOLI: Ospina 6; Malcuit 6.5, Maksimovic 6.5, Koulibaly 7, Ghoulam 6.5; Fabian Ruiz 7, Zielinski 6.5, Elmas 6,5 (74′ Callejon 6), Insigne 7; Milik 6 (73′ Lozano 6), Llorente 7.5 (86′ Luperto sv). All.: Ancelotti 6.5.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati