LECCE – Lucarelli: “I giallorossi meritavano di andare a Firenze. Riequilibrare la formula dei playoff verso la meritocrazia”

"Il girone C è quello più duro perchè c'è molta più pressione. A Firenze, comunque, sono arrivate squadre forti che si daranno battaglia"

Cristiano Lucarelli

Foto: Cristiano Lucarelli (©SalentoSport/Capriglione)

“Il Lecce meritava di andare a Firenze”. Parola non di uno qualsiasi, ma di chi, col Lecce e per il Lecce, ci ha dato l’anima e che, quest’anno, ha anche battuto a domicilio col suo Messina: Cristiano Lucarelli.

Nell’intervista rilasciata a Itasportpress, l’ex tecnico dei peloritani parla dei playoff e dei risultati sin qui arrivati: “Che non ci siano arrivate squadre del girone C – dice Lucarellicredo sia una casualità, anche perchè il Lecce meritava di andare a Firenze. Al di là dei primi turni, poi è saltata la meritocrazia con squadre che, nei rispettivi gironi, non avevano dominato durante la regular season. Poi sorteggio ha messo contro squadre importanti che valevano una semifinale, come Alessandria-Lecce.

Poi aggiunge: “Mi viene da pensare che l’assenza di squadre meridionali nelle finali playoff possa essere causato dal fatto che nel raggruppamento Sud, durante il campionato, si spendono troppe energie psicofisiche. Ci sono 38 battaglie e le squadre arrivano ai playoff molto più logorate delle altre. Alessandria, Parma, Pordenone e Reggiana hanno lavorato in ambienti protetti e con la serenità e la tranquillità sono arrivate nella fase finale. I calciatori giocando in queste piazze spendono meno e in un periodo dell’anno dove conta molto l’energia atletica e mentale, hai una marcia in più degli altri se hai una ottima condizione. Il girone C è quello più duro rispetto agli altri due visto che c’è molta pressione con qualche tifoseria che spesso contesta e destabilizza l’ambiente. Tutto ciò alla fine si rivela come una miscela esplosiva che non fa bene né alla testa né alla gambe dei calciatori”.

Cambiare la formula playoff? Sarebbe importante tenere conto del verdetto che ha espresso il campionato, senza azzerare tutto negli spareggi promozione. Bisogna riequilibrare la formula premiando la meritocrazia” – afferma Lucarelli, sottolineando che “a Firenze, comunque, sono arrivate squadre forti che si daranno battaglia per andare in B. La Reggiana, anche se è arrivata quinta in campionato, la considero una squadra importante, dato che il club disputa spesso i playoff avendo una società che fa le cose per bene. Alla fine i valori si annullano in quello che è diventato un campionato supplementare, perchè 38 partite sono tante, poi i playoff a 28 squadre sono un terno al lotto e quello che fa la differenza, come detto, è la freschezza atletica e mentale. Non escludo possa scapparci la sorpresa a Firenze”.  

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati