LECCE – Liverani, la testa è già a Bologna: “Non vogliamo avere rimorsi. Il lockdown per noi è stato devastante”

"Giocare ogni tre giorni ha cambiato le regole del calcio e giocare ogni tre giorni, per squadre come la nostra con la rosa corta, ha creato questa problematica"

liverani

Foto: F. Liverani (©M. Caputo)

La prima è arrivata, ma, al momento, non è servita granché. Mister Fabio Liverani si gode l’ottava vittoria stagionale, con la mente già proiettata a Bologna, dove, domenica pomeriggio, ci si giocherà una grossa fetta di permanenza in Serie A.

Così il tecnico nel dopogara di Lecce-Brescia: “Dobbiamo continuare così, sarebbe peggio avere rimorsi. I ragazzi hanno fatto una stagione di sofferenza ma di grande qualità e credo che oggi, nel primo tempo, lo abbiamo dimostrato. Ho visto giocate in verticale, un buon palleggio: abbiamo dimostrato personalità e qualità nonostante le pressioni. Sono orgoglioso di guidare questa squadra. Il lockdown per noi è stato devastante, giocare ogni tre giorni ha cambiato le regole di questo sport e le squadre che hanno rose corte, come la nostra, hanno visto uscire queste problematiche. Sono costretto a risparmiare, quando possibile, Lapadula e Falco che non stanno benissimo, se loro non ci avessero messo il cuore oggi avremmo fatto fatica ad arrivare a undici calciatori in campo. Prima dello stop venivamo dalle vittorie con Torino, Napoli e Spal, anche se poi avevamo perso contro Roma e Atalanta, è vero, ma eravamo in buona condizione“.

E aggiunge: “Io non voglio avere rimorsi, voglio dare il massimo per giocarmi tutte le chance di rimanere in Serie A, se poi gli altri saranno stati più bravi faremo i complimenti. Bologna? Ormai ogni partita diventa una finale, noi dovremo dare il massimo e sperare negli altri. Il Genoa giocherà con l’Inter.  Il Bologna farà una gara importante come è giusto che sia, conosco il loro allenatore. Noi dovremo metterci qualcosa in più, sarà dura ma dobbiamo provarci. Non credo ci sarà qualche rientro. Difficilmente recupereremo tra tre giorni chi oggi non c’era“.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati