LECCE – Liverani: “È una stagione maledetta. Paghiamo gli errori a carissimo prezzo”

Così il tecnico giallorosso: "Quando perdi contro Milan o Juve, avversari superiori, la sconfitta la digerisci in modo diverso. Ma perdere contro un avversario che non ha fatto più di noi dà molto dispiacere"

liverani-fabio-lecce-lug-20

Foto: F. Liverani

C’è amarezza e sconforto nelle parole di mister Fabio Liverani, rilasciate all’ufficio stampa dell’Us Lecce nell’immediato dopogara con la Sampdoria. Una sconfitta che il tecnico reputa ingiusta, per quello che si è visto sul campo. Ma, sottolinea, il Lecce ha fatto più errori dell’avversario, e in Serie A gli errori si pagano a caro prezzo. Ecco le sue parole.

“PERSO PER DUE ERRORI EVITABILISSIMI” – “C’è delusione, è normale, sapevo fosse una partita del genere, obiettivamente perdiamo una gara nella quale abbiamo commesso più errori noi dell’avversario, due contro uno. C’è rammarico, non c’era questa differenza, non mi ricordo parate di Gabriel ma le partite sono fatte di episodi e se ne regali due poi si fa fatica a riprenderle. La salvezza? È ancora possibilissima, ma c’è da ripartire velocemente. Questi errori li stiamo pagando a caro prezzo. Abbiamo perso una partita in cui non è che abbiamo subito. Se perdiamo contro Milan o Juve, contro avversari superiori, la sconfitta la digerisci in modo diverso. Ma oggi (ieri, ndr) rimaniamo a zero punti per due errori evitabilissimi, frutto di disattenzione e mancanza di tranquillità. Ripeto, non abbiamo subito un tiro in porta o quasi, nemmeno noi abbiamo creato tanto, però regalare un altro rigore così dà molto dispiacere”. 

QUESTIONE SALVEZZA“Io ci credo perché questi ragazzi mi hanno fatto vedere dei valori. Siamo a un punto dal quartultimo posto, a quattro dalla Sampdoria, a tre da altre. Tempo e distanze non sono abissali ma bisogna ricominciare a fare punti. Farias? Lo aspettiamo, ma in otto mesi ha giocato solo spezzoni di partita. Giocando ogni tre giorni, poi, diventa difficile ricondizionarlo. Quando devi rincorrere e sei affaticato e devi recuperare giocatori, il problema è ancora più grande. Siamo senza Majer e Deiola, che sono importanti, oggi mancavano anche Lucioni e Rossettini, Meccariello è uscito, è una stagione maledetta. Dobbiamo recuperare le forze, mancano nove partite e dobbiamo fare meglio. Il lockidown ci ha fatto perdere sia giocatori che certezze. Mancosu in doppia cifra? Si merita tutto, ci mette cuore e passione insieme agli altri ragazzi che fanno tanti sacrifici”. 

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati