LECCE – Liverani gonfia il petto: “In dieci stavamo dominando, nulla da rimproverare ai miei”

Sugli errori commessi: "Potevamo fare meglio nei primissimi minuti e sul terzo gol di Del Sole, che non dovevamo mandare sul mancino"

Foto: Fabio Liverani (©Salentosport.net)

E’ un Liverani orgoglioso quello che nel dopogara ha commentato Pescara-Lecce, match conclusosi con un beffardo ko per i giallorossi dopo una sontuosa rimonta valorizzata dalle parole del tecnico e vanificata da una doppia inferiorità numerica.

Al netto di alcuni errori commessi, il mister ha poco da rimproverare ai suoi ragazzi: “Anche oggi, come sempre, preferisco soffermarmi sulla prestazione della squadra più che sul risultato, in questo caso contrario a noi. Cionostante esco con più certezze che incertezze dalla gara di oggi. Certo, dobbiamo migliorare su molte cose, vedi i loro primi due gol sui quali non abbiamo chiuso bene, non impedendo la gran partenza del Pescara. E soprattutto sul loro tris, nel quale abbiamo concesso il mancino a Del Sole. Tolto ciò, fatico a dire cose negative sui miei, che in dieci non hanno sofferto nulla e in nove hanno subito i due gol, ma nulla prima dell’ottantanovesimo”.

Ora si può guardare al futuro con fiducia: “Questo ko non cambia le cose, non dimentichiamoci da dove arriviamo, da dove siamo partiti. Ad oggi sappiamo che abbiamo giocato alla pari con tutte le big di questo campionato, teniamoci questo di buono. Poi ovviamente più in là vedremo dove siamo in classifica e quello che potremo raccogliere dalla stessa”.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già redattore de Il Giornale di Puglia, Tagpress e, dal 2013, di SalentoSport.net.

Articoli Correlati