LECCE – Riecco Iurlano: “Siamo sempre interessati all’acquisto, ma…”

Corrado Iurlano

Foto: C. Iurlano

Riecco Corrado Iurlano. Dopo oltre un mese, nel quale ha lavorato a fari spenti per poter reperire tutti i documenti necessari a dare le garanzie che i Tesoro cercavano per poter trattare la cessione della società, il figlio del vulcanico presidente Franco, proprietario giallorosso dal 1978 al 1994, torna allo scoperto e punta il dito: “La mia è l’unica cordata che con la massima trasparenza e velocità vorrebbe andare avanti nella trattativa di acquisizione del club, trattativa che però non decolla. E non per colpa nostra”, ha detto Iurlano jr al Nuovo Quotidiano di Puglia, chiamando così allo scoperto l’attuale proprietà.

Io ho fatto quello che dovevo fare, secondo le istruzioni che direttamente il presidente Tesoro mi aveva dato. Per cui ora provo stupore nell’apprendere che da parte sua non c’è alcuna trattativa in atto. Che nulla di concreto sia mai esistito. Invece non è così. Quindi credo sia giunto il momento di fare chiarezza, prosegue il manager leccese che poi esce allo scoperto. “Il gruppo Iurlano esiste, è serio ed è molto interessato all’acquisto del Lecce. Con la massima discrezione io e i miei collaboratori stiamo cercando, senza influenzare l’aspetto sportivo a cui teniamo tantissimo e senza destabilizzare niente e nessuno, di rilevare la società. Sentendo che non c’è nessuna trattativa in atto è d’obbligo precisare alcune cose”.

Iurlano rivela alcuni particolari: “Penso di aver fatto bene le cose finora. Prima del 19 luglio avevo espresso le volont”agrave; della cordata che rappresento, poi mi sono esposto con i Tesoro dai quali piacevolmente ho appreso che non c’erano impedimenti a trattare il Lecce. A mia espressa domanda se il Lecce fosse in vendita non mi è stato risposto di no. Anzi ho avuto istruzioni per poter iniziare la trattativa. In questi 35 giorni le ho eseguite, ho fatto tante riunioni con il mio gruppo e con le banche di riferimento del nostro ‘sponsor’, per fornire le garanzie economiche che i Tesoro chiedevano al fine di visionare i libri contabili. Malgrado il periodo estivo abbiamo ottemperato a tali obblighi e ora siamo in grado di poter dimostrare di poter affrontare la trattativa. Vorrei fosse chiaro che la famiglia Iurlano a Lecce ha una sua storia che non le permette di avventurarsi in situazioni poco chiare: se ci siamo esposti è perché pensiamo di farcela”.

Il brusco rallentamento: “Il 16 agosto ho scritto una email ai Tesoro tramite posta elettronica certificata, mettendoli al corrente di tutto. Speravo di visionare i libri contabili per procedere col mio gruppo a una prima quotazione del club e presentare l’offerta ai Tesoro. Ma a oggi non ho ricevuto nessuna risposta. Ribadisco l’interessamento a rilevare il Lecce. Con i Tesoro spero di riuscire a riprendere il discorso nel segno della cordialità dell’ultimo incontro e dell’amore per questa squadra”.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati