Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

foto: la c.s. di oggi
ph: SalentoSport

LECCE – Presentata la cordata Collardi con i nuovi soci. Sticchi: “Gran giorno per la nostra storia”

Mattinata di grandissime novità societarie per l’Unione Sportiva Lecce. Nella sala stampa dello stadio Via del Mare si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della cordata guidata da Boris Collardi, la quale ha rilevato il 10% di quote del club di via Costadura.

Ad introdurre l’appuntamento è stato il presidente Saverio Sticchi Damiani: “Oggi è una gran bella giornata per la storia dell’Unione Sportiva Lecce e della nostra compagine societaria. Questi anni hanno registrato per noi grandi successi, ma anche grande crescita dirigenziale. Abbiamo sempre voluto gente che non volesse fare business e basta a spese del Lecce, ma con dei valori e delle caratteristiche ben precise. Serve attaccamento e moralità. Oggi raggiungiamo un livello altissimo perché ci rinforziamo con dei soci, guidati da Boris Collardi che conosco da tempo, che rappresentano un ulteriore step”.

Il presidente prosegue, specificando il rapporto con la sfera tecnica: “Questi ingressi innalzano la qualità della compagine societaria ma non devono innalzare le aspettative aumentando inutilmente le pressioni. E’ tutto un percorso graduale, l’operazione è simile a quella che ha coinvolto Luciano Barbetta ed anche il loro ingresso si valuta in termini di immissioni dirette di capitali proporzionate al valore del club. Le quote sono ridotte perché, come dice Corvino, adesso ci siamo fidanzati, poi si crescerà e miglioreremo. Inoltre così facendo qualora un socio si disimpegnasse ci sarebbero tutte le possibilità per riassorbire le quote senza alcuno scossone”.

E’ toccato poi a Boris Collardi presentarsi: “Ringrazio Saverio per averci guidato a questo punto ed i soci attuali per averci consentito di entrare con la nuova cordata. Siamo molto impressionati di quanto fatto dal Lecce in questi ultimi anni così. A Pascal Picci mi lega una lunga conoscenza, qualche mese fa gli parlai dell’opportunità Lecce e si è subito sentito il suo amore per il territorio. Alvin ovviamente non ha lo stesso legame ma è molto amico della nostra famiglia, i suoi genitori sono i padrini di mia figlia. Ha grande interesse nel mondo dello sport e del calcio, ha anche una squadra di calcio che ha perso l’ultima gara di Serie B indonesiana contro la squadra di Raffi, l’influencer che lo sta seguendo in questa avventura, di cui resta migliore amico. Pascal ed io in Svizzera conosciamo tanti salentini. Ho viaggiato in 100 Paesi in tutto il mondo, ma non c’è un posto bello come il Salento, per bellezza e per calore delle persone. Tifiamo tantissimo il Lecce”.

Grande attaccamento ai colori giallorossi anche per Pascal Picci: “Vorrei ringraziare la società per la fiducia espressa nei nostri confronti. Siamo qui per cercare di aiutare e non per rompere gli equilibri che hanno portato a questi successi. Sono figlio di italiani emigrati in Svizzera. Sono molto affezionato, come tifoso, al Lecce, per di più sono tra i fortunati che ha assistito al successo del Lecce in casa Juventus con Delio Rossi. Credo in questo progetto e so che ci toglieremo grandi soddisfazioni. Vogliamo che la Serie A non sia solo un sogno ma sia la realtà di questa squadra. Spero che la mia esperienza in Formula 1 possa aiutare in questa nuova avventura. C’è la consapevolezza che il bacino d’utenza di questa società sia molto importante e vogliamo sfruttarlo ancora di più”.

Infine, parola al 38enne indonesiano Alvin Sariaatmadja: “E’ un onore per me essere parte di questa storia, sono molto felice di essere in questa famiglia. Lecce è sempre stata un posto speciale per me per la sua bellezza, la sua gente, le sue tradizioni, i suoi piatti eccezionali. Sotto diversi punti di vista somiglia alla mia Indonesia, soprattutto per la bellezza e per la grande passione per il calcio. Siamo felici di aver promosso il Lecce ed il suo calcio grazie al mio amico Raffi e faremo di tutto per farlo conoscere sempre più. Vogliamo che i giallorossi possano diventare un club sempre più grande ed al tempo stesso imparare molto da questa esperienza. Sono pienamente consapevole di quanto la gente sia appassionata per questa squadra, di quanto seguito abbiano i giallorossi ed anche per questo siamo molto orgogliosi di far parte di questo progetto. Vogliamo fare di tutto per far sì di restare negli alti livelli del calcio italiano”.