Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Persson, una punta svedese in giallorosso: “Vorrei diventare come Ibra. E gioco anche da esterno”

Mattinata di presentazione quella odierna per Joel Voelkering Persson, giovanissima punta arrivata dalla Roma per rinforzare il reparto avanzato del Lecce di Baroni nonostante sia ancora in età da Primavera.

Lo svedese è arrivato dai capitolini a titolo definitivo: “L’esperienza vissuta con la maglia della Roma è stata una straordinaria opportunità, come quella di essere allenato da Mourinho e giocare con giocatori importanti è stato stupenda. Il mister quando sono andato via mi cha detto che devo continuare a lavorare sodo per arrivare lontano”.

Per il futuro il giovane ha le idee chiare: “Ibra per me è vicino ad essere un Dio. Vorrei essere un po’ come lui perché ha tutto. Lo scorso anno contro l’Inter ho perso la finale scudetto Primavera, adesso voglio prendermi la mia rivincita in Serie A”.

Sulle proprie caratteristiche: Sono una punta ma posso giocare anche come esterno. Nella Roma ho giocato da centrale però possono anche adattarmi sull’esterno. Voglio aiutare la squadra e spero di poter dimostrare il mio valore con il Lecce”.

Persson ha parlato anche di tecnico e compagni di reparto: Baroni ha fatto un grande lavoro, così come quest’anno con la squadra. Lavoriamo bene ogni giorno per migliorarci. La Serie A sarà dura ma per me va bene perché sarà un’opportunità per crescere, voglio dare sempre il massimo e non mi risparmio una corsa. Ceesay non lo conoscevo prima. Colombo l’ho conosciuto nell’under 17. Il mister sceglie chi dovrà andare in campo, c’è tanta concorrenza ma io non ho paura”.