LECCE – Pagelle, Doumbia ancora match winner. Diniz e Sacilotto giganteggiano, Mannini vola sulla destra

doumbia e papini michel caputo lecce

Foto: Abdou Doumbia festeggiato da Romeo Papini (@Michel Caputo)

Le pagelle di Martina Franca-Lecce

LECCE

Scuffia sv Il Martina si avvicina all’area avversaria una volta in novanta minuti con un tentativo di De Giorgi, sul quale però il portiere giallorosso non deve intervenire. Nel finale, un’uscita pericolosa di pugno ai limiti dell’area di rigore. Per il resto, gara da spettatore

Beduschi 6,5 Nel ruolo di terzino destro è ormai una sicurezza assoluta. Duetta con Mannini che è una bellezza e mette in mezzo una quantità infinita di cross, alcuni dei quali meritavamo compagni più puntuali in zona-gol. In difesa giornata di ordinaria amministrazione

Vinetot 6 L’attacco del Martina è davvero poca cosa, e lui si deve limitare a controllare che tutto vada per il verso giusto. Interviene senza fronzoli ma non sbaglia pressoché nulla. Unico neo un fallo evitabile che gli costa il cartellino giallo

Diniz 7 Praticamente perfetto in ogni intervento. Prosegue nel suo ottimo momento di forma con una prova impeccabile, guidando la difesa in una gara senza sofferenze particolari. Una quantità infinita di anticipi sugli avversari, giganteggia anche sulle palle alte, e proprio di testa coglie una traversa clamorosa ad inizio ripresa

Di Chiara 6 Schierato un po’ a sorpresa dal primo minuto, nel primo tempo è tra i meno in palla in casa giallorossa. Nonostante ciò ci prova due volte da fuori e crossa con continuità. Meno preciso negli interventi difensivi, viene sostituito dopo l’intervallo pur senza aver particolarmente demeritato

Sacilotto 7 Quantità e qualità nel cuore della mediana giallorossa. Non sbaglia un intervento in fase di chiusura, non perde un contrasto, ed esce spesso con classe da situazione complicate nella zona nevralgica del campo densa di maglie biancazzurre. Sfiora anche il gol di testa, e nel finale esce stremato

Papini 6,5 Solito scudo insuperabile davanti alla difesa. Poco preciso quando si tratta di impostare con palle lunghe, per il resto governa la mediana con personalità e fa sentire la sua presenza nonostante sia meno insidioso del solito in zona gol. Prezioso nel bloccare le poche velleità offensive martinesi

Bogliacino 6,5 Nel primo tempo le insidie per la porta di Bleve nascono soprattutto dai suoi piedi. Ogni palla che tocca crea apprensione nella retroguardia avversaria, nonostante manchi del passaggio o del tiro decisivo. Nella ripresa mette sulla testa di Diniz una palla che termina sulla traversa, ed esce dopo aver dato in campo tutto se stesso

Mannini 7 Ad inizio gara è il più cercato dai compagni, ma spesso pasticcia e manca del guizzo decisivo. E’ però impeccabile in quanto a corsa, generosità ed intesa con il compagno di fascia Beduschi, assieme al quale manda in crisi la difesa avversaria. Nella ripresa è inarrestabile e, dopo aver sfiorato il gol, mette sulla testa di Doumbia la palla del gol vittoria

Doumbia 6,5 Come una settimana fa realizza il gol che vale tre punti, giocando però anche meglio. Già nei primi quarantacinque minuti è una spina nel fianco di Fabiano e compagni, arrivando un paio di volte nell’area piccola ma mancando del tocco decisivo. Nel secondo tempo prima è caparbio e colpisce una traversa, poi fa gol di testa ed è bravo a fare reparto da solo

Lepore 6 Come visto già nell’ultima uscita dei giallorossi, il ruolo di ala sinistra non è certo quello in cui si esprime meglio. Dopo un primo tempo opaco, nella ripresa dimostra per l’ennesima volta tutta la sua duttilità e, da terzino sinistro, non sbaglia un intervento. Cuore e sudore sempre al servizio della maglia

Gustavo 6 Bollini lo manda in campo subito dopo l’intervallo e gli chiede di far cambiare marcia ai suoi. Il Lecce, in effetti, cambia davvero marcia e domina, sebbene l’ala brasiliana si veda non tantissimo e si limita al compitino. Comunque ben svolto

Herrera 6 Entra per Bogliacino e si limita a tenere palla senza strafare

Lopez sv

All. Bollini 6,5 Solita buona gara esterna, in cui il Lecce crea molto e subisce poco o niente le iniziative dell’avversario. Stavolta, come tanto sperato, i giallorossi riescono a raccogliere i frutti sperati mettendo in campo il giusto atteggiamento e la giusta mentalità, nella ripresa più che nel primo tempo. Una buona base per continuare a sperare

MARTINA FRANCA

Bleve 6,5, Kalombo 6, Samnick 5, Fabiano 5,5, Tomi 4,5, De Giorgi 6, Bucolo 5,5, De Lucia 5,5, Memolla 5, Pepe sv, Arcidiacono 5,5, Pivkovski 5,5, Caruso 5, Diop sv. All. Imbimbo 5

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati

  • meluso LECCE – Ufficiale, si separano le strade col ds Mauro Meluso

    Si avvicina sempre di più il ritorno di Pantaleo Corvino a Lecce. Poco fa, la società di via Costadura ha comunicato l’interruzione del rapporto contrattuale col ds calabrese, artefice delle due promozioni dalla C alla A. “Il direttore Meluso – si legge – ha significativamente contribuito al raggiungimento della doppia promozione del Club dalla Lega…

  • lega-serie-b-logo-2018-19 SERIE B – La lista (approssimativa) ai nastri di partenza del campionato cadetto 2020/21

    Hanno preso il via ieri sera i playoff di Serie B che vedevano in ballo anche l’Empoli di Andrea La Mantia, eliminato dal Chievo dopo l’1-1 al Bentegodi al 120′. Lo stesso La Mantia, inoltre, ha fallito un calcio di rigore al 103′, ma non è stato il solo: nei tempi regolamentari, avevano sprecato un…

  • corvino pantaleo ss LECCE – Tre prove che fanno un indizio: l’ipotesi Corvino (con Liverani) regge

    L’ipotesi di un ritorno di Pantaleo Corvino a Lecce regge. L’idea era già nell’aria anche prima di Lecce-Parma di domenica scorsa. La proprietà di via Costadura si è riunita due volte negli ultimi tre giorni, prima e dopo la funesta partita persa contro i ducali. C’è, di base, il desiderio di porre le fondamenta per…

  • giudice-sportivo SERIE A – Il Giudice sportivo della 38ª e ultima giornata

    Dieci calciatori dovranno saltare la prima gara della prossima stagione in quanto squalificati. Queste le decisioni del Giudice sportivo relative alla 38esima e ultima giornata di Serie A Tim. CALCIATORI Una giornata: Sofyan Amrabat (Verona, oltre ad un’ammenda di 5mila euro), Francesco Cassata (Genoa, oltre ad un’ammenda di 5mila euro), Kristoffer Askildsen (Sampdoria), Cristian Romero…

  • gabriel-lecce LECCE – Promossi e bocciati: i top e flop della stagione 2019/20 secondo le nostre pagelle

    I numeri non mentono mai. Il Lecce è retrocesso in Serie B avendo la peggior difesa della Serie A con 85 reti incassate in 38 gare (poco più di due reti a partita, di media), e ciò lo si desume anche dal rendimento dei difensori a disposizione di mister Fabio Liverani. Analizzando le nostre pagelle,…

Lascia un commento