Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Mercato, spunta il nome di un bomber del Verona. Doumbia in uscita, Misuraca e La Gumina in stand-by

Il calciomercato in casa Lecce sta entrando sempre di più nel vivo, sia in entrata che in uscita, ed il lavoro per il ds Meluso sembra destinato ad impennarsi ulteriormente nelle prossime ore con lo start ufficiale della sessione estiva. Ufficializzato Arrigoni, a breve sarà la volta di Ciancio e Contessa, mentre per quanto riguarda i calciatori in scadenza domani non dovrebbero esserci novità, con dunque elementi come Alcibiade, Freddi e Moscardelli che sembrano ad oggi destinati a lasciare il Salento.

Nelle ultime ore gli sforzi della dirigenza giallorossa sembrano essersi concentrati in direzione ricerca della nuova punta, ed è di poche ore fa la notizia del forte avvicinamento ad Ernesto Torregrossa. Attaccante classe ’92 di proprietà dell’Hellas Verona, ma lo scorso anno protagonista di una buona stagione con il sorprendente Trapani di Serse Cosmi, il nuovo obiettivo del Lecce sarebbe un lusso con la categoria, ed andrebbe a formare con Caturano, sempre più vicino al ritorno viste le sue ultime dichiarazioni, una delle coppie-gol più forti dell’intera Lega Pro. Sulla punta siciliana, che vanta una lunga esperienza in terza serie, è comunque forte la concorrenza di diverse squadra soprattutto di Serie B.

Per quanto riguarda i ruoli di attaccanti esterni, l’unico certo di restare a Lecce è Juan Surraco, vicinissimo al rinnovo contrattuale. E’ invece in uscita Abdou Doumbia, che non dovrebbe rientrare nei piani di Padalino e che comunque la società non dovrebbe avere problemi a piazzare sul mercato, vista la lunga fila di squadre interessate all’ala franco-maliana. Il suo posto potrebbe essere preso da almeno uno tra Misuraca e La Gumina, che andrebbero a conferire estro, velocità ed imprevedibilità al reparto avanzato giallorosso. Per l’attaccante del Bassano c’è da battere però la concorrenza della Reggiana, mentre sul baby-bomber del Palermo è piombata mezza Lega Pro (Parma e Gubbio su tutte) e diverse compagini cadette, ovvero Vicenza, Cittadella, Perugia e Pisa. Entrambe le trattative sono attualmente in stand-by, e per sbloccarle ci dovrebbero volere diverse settimane.