Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Hjulmand pronto alla volata finale: “Dare tutto per la Serie A, il mio unico obiettivo”

Tra i migliori da quando è arrivato a Lecce, Morten Hjulmand è anche tra i pochi che non hanno risentito dell’ultimo periodo difficile giallorosso. Il centrocampista danese, intervistato da CalcioLecce.it, ha parlato della sua esperienza salentina e della voglia di portare la sua squadra in alto.

Quando è arrivata l’offerta del Lecce, ormai un anno e due mesi fa, non ci ha pensato su due volte: “Conoscevo la storia del Lecce e l’importanza di un campionato come la Serie B, quindi quando ho saputo della possibilità di andarci a giocare le sensazioni erano ottime e sono state presto confermate. Un club ambizioso ed attento ai giovani era pronto a puntare su di me ed io non mi sono fatto sfuggire quest’occasione. Ho accettato perché ho pensato fosse la piazza giusta in cui esprimersi al meglio e cercare di fare il salto di qualità. Sto crescendo grazie a questo club, venire qui è stata la scelta giusta”.

Quando ha visto il Via del Mare finalmente pieno di appassionati le emozioni sono state immense: “Sapevo del calore del tifo leccese che nel lungo periodo di restrizioni non ho potuto ammirare allo stadio. Poi, quest’anno, ho potuto provare l’emozione e la carica che il Via del Mare è in grado di trasmettere. Gare come quella con il Parma rappresentano cornici da grande calcio. E’ bellissimo giocare in uno stadio come quello che sto ammirando quest’anno”.

Sull’approccio con i giallorossi: “Inizialmente non è stato facile, perché il passaggio da un campionato ad un altro implica diverse novità e tra queste c’era senza dubbio l’avanzamento di livello. Io mi sono messo subito a lavoro ed a disposizione del mister per farmi trovare pronto ed aiutare squadra e compagni, mi sono trovato bene e siamo stati protagonista di una bella cavalcata nei mesi a seguire”.

Dopo un avvio difficile, con Baroni è arrivata la quadra fondamentale per giocarsela nei piani alti: “L’avvio di campionato è stato complicato perché c’è un allenatore e tanti giocatori nuovi che necessitavano di carburare fino a creare il giusto amalgama. Dopo le prime tre gare, però, schemi e mentalità sono state assimilate ed abbiamo avuto una grande crescita condita da prestazioni e risultati positivi. Il torneo cadetto è però davvero molto difficile, equilibrato e con tante squadre che ambiscono ai primi posti, dunque l’insidia è sempre dietro l’angolo”.

I tifosi non hanno di che preoccuparsi circa le voci di mercato: “Posso assicurare i tifosi del fatto che non presto attenzione o importanza a questi aspetti. Al contrario la mia concentrazione è esclusivamente sul terreno di gioco, dal lavoro settimanale alle partite in cui voglio solo lottare e dare tutto me stesso per il bene del Lecce”.

Sull’ultimo periodo in giallorosso: “Nel calcio capita di giocare alcune partite bene ed altre meno bene, così come si sa che spesso sui risultati incidano gli episodi e che la palla a volte può andare dentro e altre prendere il palo per questione di centimetri. Detto ciò, le gare con Brescia e Parma possono starci, mentre penso che con Perugia e Cosenza avremmo dovuto fare di più e vincere. E’ chiaro che giocare tante gare in poco tempo non è poco, ma è una cosa che abbiamo fatto noi come gli altri. Ci prendiamo comunque questa pausa per ricaricarci, come ho fatto io che ho riposato e mi sono allenato a parte per recuperare energie al meglio, per poi tornare in campo più carichi che mai per la volata finale”.

Ora un finale di stagione in cui lottare per raggiungere l’obiettivo: “Stiamo lavorando per arrivare pronti a queste sette gare che per noi sono sette finali. Daremo tutto per portare quanto più in alto il Lecce. Non sarà semplice, ma abbiamo sette partite a disposizione per dimostrare il nostro valore e lo faremo impegnandoci al massimo partita dopo partita. La nostra concentrazione deve essere esclusivamente sull’impegno più vicino, a partire dalla gara con il Frosinone che è l’unica alla quale stiamo pensando. Nella mia mente non ci sono altre squadre oltre al Lecce, tra i miei obiettivi non c’è altro che portare i giallorossi in Serie A. Questo è il mio unico focus e lotto sul campo per cercare di renderlo realtà”.

(foto: archivio Coribello/SalentoSport)