LECCE – Gabriel evita il tracollo, Farias è ancora positivo. La difesa è da incubo: le pagelle di Lecce-Bologna

Il portiere brasiliano prova a tenere in vita i suoi, Farias è la solita scossa dalla panchina. Calderoni e Lucioni domenica da dimenticare

farias-diego-meluso-mauro-lecce-160819

LE PAGELLE DI LECCE-BOLOGNA

Gabriel voto 7: in un pomeriggio da dimenticare almeno fino al minuto 85, il portiere brasiliano è una delle poche note positive. Se nella prima frazione il gol del Bologna arriva quasi sulla sirena, il merito è quasi tutto suo, autore di almeno tre grandi interventi; protagonista anche nella ripresa.

Calderoni voto 4,5: appare in netta difficoltà sin dai primi minuti, con Orsolini che su quella corsia fa il buono e il cattivo tempo. Sul momentaneo 0-1 si perde la marcatura del numero 7 emiliano, sulla ripartenza che porta al raddoppio è ampiamente fuori posizione, mentre sul terzo centro ospite si fa saltare con facilità irrisoria. Mezzo voto in più per l’assist nel finale.

Lucioni voto 4,5: il pressing asfissiante del Bologna mette a nudo tutti i limiti in fase di impostazione del centrale difensivo giallorosso, che finisce per regalare un paio d’importanti occasioni agli avversari. Il dinamismo di Palacio lo manda in corto circuito per tutti i 90 minuti.

Rossettini voto 5,5: soprattutto nei primi 45 minuti si rende protagonista di alcune importanti chiusure, nate su amnesie dei compagni. Cala con il passare dei minuti, restando comunque il più positivo dell’intero reparto.

Rispoli voto 5: la partenza lascia ben sperare, ma l’intraprendenza del reparto offensivo bolognese lo mette subito sulla difensiva. Prova a tenere botta come può, ma la vivacità e il brio di Sansone fanno la differenza soprattutto negli uno contro uno, dal quale poi nasce il gol del vantaggio. Ha il merito di non mollare fino alla fine

Tachtsidis voto 5: altra prestazione al di sotto delle aspettative quella del regista greco, che in cabina di regia si nota solo per aver regalato un pallone Poli che poteva costare lo 0-1; in fase di schermo sembra patire la posizione di Soriano, che nel complesso non riesce quasi mai ad arginare.

Dal 46′ Shakhov voto 4,5: ancora una volta una prestazione opaca e sotto tono. Entra ad inizio ripresa, ma lo si nota soltanto per qualche giocata errata, ed un fallo nel finale utile a far respirare gli avversari.

Petriccione voto 5,5: nel primo tempo anche lui e come i compagni di reparto soffre maledettamente il ritmo e la quantità della mediana rossoblù, troppo molle su Sansone nell’occasione del vantaggio, ma ha il merito qualche minuto prima di compiere un salvataggio sulla linea a Gabriel battuto. Con l’uscita di Tachtisdis prova a prendersi qualche responsabilità in più, senza però brillare come in altre occasioni.

Tabanelli voto 4,5: pronti via e gestisce male una buona occasione in ripartenza, su cui doveva e poteva fare molto meglio. Non riesce a far valere i suoi centimetri in mezzo al campo,troppo molle e sotto ritmo, finisce nella morsa di Poli e Medel, uscendo solo nel momento della sostituzione.

Dal 60′ Farias voto 6: come spesso avvenuto in questa stagione il suo ingresso regala una scossa alla squadra, scossa che questa volta arriva troppo tardi. Bello il gol del 2-3, utile a dare un senso ai minuti di recupero. Fondamentale averlo a pieno regime

Mancosu voto 5: con un buon break iniziale lancia la ripartenza sopracitata sprecata poi da Tabanelli, ;finisce per eclissarsi, sbagliando qualche appoggio di troppo e dimostrando una condizione fisica non certamente ottimale.

Falco voto 5: quella di oggi è senza dubbio una delle sue peggiori prestazioni, forse perchè da lui si aspetta sempre il guizzo e il cambio di passo, soprattutto nei momenti di difficoltà. Prova a cambiare costantemente zona del campo, ma oggi il risultato non è mai positivo, tanto da lasciare spazio a La Mantia nei minuti finali.

Dall’81’ La Mantia S.V.

Babacar voto 6: dopo la pioggia di fischi del match contro il Genoa, l’attaccante ex Sassuolo parte dal primo minuto, pescando un jolly clamoroso, che senza la segnalazione di offside avrebbe potuto dare un senso diverso al pomeriggio del Via Del Mare. A differenza di altre occasioni ci mette impegno e voglia, sprecando prima di testa una buona occasione e firmando poi il punto dell’1-3 con un bella volè.

Liverani voto 5: un finale di gara positivo, non serve a cancellare 85 minuti di netta difficoltà e di totale imbarazzo difensivo, nei quali il Bologna sembra arrivare dalle parti di Gabriel con  facilità irrisoria. Dopo la debacle di Brescia ci si aspettava una reazione, reazione che però è arrivata a partita ormai compromessa. Il gol del Parma nel finale consegna alla sosta una classifica ancora positiva, ma il tecnico romano avrà molto su cui lavorare.

BOLOGNA : Skorupski 6; Mbaye 6, Tomiyasu 6,5, Bani 6, Denswil 6,5; Poli 7 (76′ Schouten sv), Medel 6,5; Orsolini 7,5, Soriano 7 (86′ Svanberg sv), Sansone 6,5; Palacio 7,5 (90+2′ Santander sv). All. Sinisa Mihajlovic 7.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati