Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Corvino sul mercato: “Coglieremo le occasioni. Falco? Non tratteniamo chi vuole andar via”

Il nuovo corso tecnico del Lecce, il Corvino-bis, ha preso il via solo da pochi mesi, ma il direttore tecnico giallorosso ha voluto già lasciare il segno. Ci proverà anche in questa sessione di mercato in corso, come affermato ai microfoni di CalcioLecce.it.

Pantaleo Corvino ha raccontato i perché dietro la scelta di tornare nel Salento: “Ho sempre detto che l’obiettivo di questo progetto è riuscire ad avverare quello che per me era un sogno, cioè dare tutto me stesso per la mia gente e la mia terra. Quando si lavora lo si fa per obiettivi. Voglio fare di tutto perché possa far tornare il Lecce come lo avevo lasciato, cioè una squadra in A, uno stadio stracolmo di spettatori ed un settore giovanile tra i più importanti d’Italia, perché questo territorio lo merita. In questa fase siamo da soli a combattere questa battaglia. Sono certo che questa squadra avrebbe avuto enorme giovamento dall’essere incoraggiata in un Via del Mare pieno. I valori di gran parte di questa squadra avrebbero meritato uno stadio così, grazie al quale si sarebbero esaltati con il calore dei nostri tifosi“.

Per il direttore, il campionato del Lecce è finora condizionato dalle scorie della retrocessione: “Nonostante la competitività della B e come detto i tanti travagli successivi alla retrocessione, la nostra, ad oggi, è la seconda squadra con meno sconfitte, e questo è un dato importante ed inconfutabile. Qualche pareggio sarebbe potuto essere una vittoria. Secondo me questo non è avvenuto non per mancanza di uomini, ma quando vieni da una retrocessione c’è il rischio di portare con sé delle scorie. Abbiamo cambiato tanto, il nostro allenatore è stato a lungo fuori a causa del Covid e per lo stesso problema abbiamo perso dei giocatori determinanti per diverso tempo. Poi, sia chiaro, tutto è migliorabile e noi lavoreremo per questo”.

Ora il club attraversa una fase convulsa, come da tra dizione è quella del mercato invernale: “Dovremo essere virtuosi e creativi. Posso assicurare solo che noi non andremo ad effettuare un calciomercato stile scambio delle figurine, se ci saranno le opportunità si punterà a prendere elementi funzionali. Il mercato di gennaio è sempre avaro specialmente riguardo agli 11 se vuoi mantenere un sano equilibrio economico. Opereremo come detto, se non per migliorare i titolari almeno per migliorare la rosa, e se non sarà possibile per il presente lo faremo per il futuro”.

E sul caso-Falco: “Confermo che come società siamo sempre stati chiari su tutto. Posso solo aggiungere che a volte passa il messaggio, sbagliato, che noi come club non cediamo calciatori per le alte cifre richieste, ma queste sono solo supposizioni prive di qualsiasi fondamento. Non a caso, come accaduto in altre circostanze, a volte formalizziamo un gentlmen’s agreement con il quale si raggiunge un accordo con la soddisfazioni di tutte le parti. Anche se i contratti quando ci sono andrebbero rispettati. Il Lecce comunque ha deciso di non mantenere in rosa tutti coloro che vogliono a tutti i costi cambiare maglia“.

(In foto: Pantaleo Corvino, ©SalentoSport/M. Coribello)